Il bagno è la stanza più intima della casa: dalla mattina alla sera, il tempo trascorso qui è, molto spesso, rivolto al benessere ed alla cura estetica e/o puramente fisica. Tra i tanti elementi che caratterizzano questo spazio, la protagonista indiscussa è la vasca da bagno. Sceglierla non è mai facile e sono molti i fattori cui tenere conto per evitare di optare per una soluzione poco idonea; per questo una guida alla scelta della vasca da bagno ideale potrebbe essere utile a non commettere errori ed a godersi al massimo il bagno.

  1. Controllare gli spazi. Per essere coerenti con l’arredamento del bagno e per renderlo più confortevole, è necessario avere rispetto delle misure. Una stanza più piccola non può essere arredata con una vasca troppo ingombrante; la scelta, dunque, ricadrà sulla vasca quadrata. Se, invece, il metraggio a disposizione è più ampio, ci si può concedere al fascino della classica forma rettangolare o, per costruire un punto più esclusivo, si può istallare una vasca angolare oppure a forma circolare. Il vaso può essere, inoltre, posizionato sopra il livello del pavimento o, in caso di un piano terra, è possibile decidere di interrare l’elemento costruendo una piccola piscina privata nella quale trascorrere del tempo con se stesse.
  2. Ciò che la renderà unica sarà il materiale. La scelta del materiale è, come per tutti gli elementi di arredamento, la parte più difficile del gioco; le caratteristiche materiche possono cambiare completamente l’aspetto e l’estetica della stanza. La decisione è vincolata da un solo fattore: il budget. L’acrilico è il materiale più diffuso: grazie alla propria malleabilità ed alla resistenza, esso garantisce un buon rapporto qualità – prezzo. Altre valide soluzioni sono la vetroresina smaltata, caratterizzata dalla leggerezza e dalla varietà di colori; l’acciaio smaltato, che ha uno spessore minimo di 4 millimetri; la ghisa, seppur sia un materiale molto pesante e disponibile in una quantità di forme ridotte, dona quel tocco retrò che cambia la stanza.
  3. Gli accessori fanno la differenza. Non esiste vasca da bagno sprovvista di accessori: dalla rubinetteria agli antiscivolo, ogni dettaglio la rende più elegante e fruibile, nonché adatta ad ogni possibile uso. In presenza di problemi legati alla mobilità, la soluzione ideale è l’installazione delle barre di sostegno che permettono movimenti più fluidi. Così, se gli abitanti della casa sono una coppia nel pieno della passione, la vasca idromassaggio può essere la culla di momenti indimenticabili.
  4. Per studiare, infine, la soluzione migliore, il quarto ed ultimo consiglio è quello di progettare l’inserimento della vasca insieme all’interior designer, per far si che il bagno diventi veramente l’angolo più esclusivo della casa.

Foto: Shutterstock