Non molto tempo fa parlammo di uno strano bozzolo che ci permette di poter schiacciare un pisolino ovunque vogliamo, al chiuso o all’aperto, in spazi privati o meno. Questo nuovo progetto, che abbiamo scoperto grazie al blog Gearfuse, mi ha ricordato molto nelle forme il precedente, solo con delle varianti differenti nello scopo.

In questo caso si parla di Veasyble del collettivo italiano GAIA, un modo sempre molto originale di concepire gli spazi pubblici e il “ritagliarsi” un po’ di intimità quando ci pare.

L’idea comprende una serie di accessori come una visiera, una gorgiera, una borsa e una maschera, i quali all’occorrenza coprono parti del nostro corpo come la testa, il volto o addirittura metà del nostro corpo.

La borsa è sicuramente l’idea più comunicativa, dove vediamo che in un batter d’occhio si può aprire e “inglobare” se stessi e qualcun altro a nostro piacimento sotto la “cupola” che si formerà.

L’intero progetto è comunque stato ideato per creare dei veri e propri “gusci d’isolamento“, così da poter “privatizzare”, anche se per un solo istante, uno spazio pubblico. Il materiale con cui sono fatti tutti gli accessori è carta accoppiata con polietilene e stoffa.