Settanta telefonini che registrano e catturano brevi attimi di vita quotidiana per vedere il mondo dal punto di vista degli adolescenti. Questo è “VedoZero“, un progetto del regista Andrea Caccia, prodotto da Road Movie con il sostegno della Provincia di Milano all’interno del “Bando per il sostegno all’innovazione delle imprese milanesi di produzione audiovisiva”.

Il progetto coinvolge 70 ragazzi delle scuole superiori dell’hinterland milanese, in un’età compresa tra i 16 e i 18 anni, tutti dotati di videofonini per raccontare qualcosa di loro stessi. Non c’è alcuna sceneggiatura, né tanto meno una storia. Il regista è Andrea Caccia, autore di corti e documentari tra cui il pluripremiato “L’estate vola” (2000).

Il regista Caccia raccoglie, rielabora e unisce i brevi filmati per work in progress collettivo in cui i filmati vengono scaricati e rielaborati sul sito. Alla base del progetto un percorso formativo che punta a fare emergere il personale punto di vista dei ragazzi, coinvolti in prima persona.

Come ha dichiarato lo stesso regista:

Il film contiene tutti gli elementi che caratterizzano l’adolescenza.

“Videozero” è stato presentato alla seconda edizione del Martini Première Award, dove ha ricevuto una menzione speciale.