Qualche settimana fa vi avevamo annunciato dell’inaugurazione, a Parigi, di un’esposizione dedicata agli abiti più belli appartenuti alla principessa Lady Diana, scomparsa ormai 13 anni fa.

Direttamente legata all’evento era anche un’asta promossa dalla Kerry Taylor Auctions e prevista a Londra per la giornata di ieri, 8 giugno. Ebbene, l’asta ha “regalato” l’abito più famoso e chiaccherato di Lady D al Museo de la Moda di Santiago del Cile, che se l’è aggiudicato per 200 mila sterline.

L’abito in questione è quello che, negli anni, è stato soprannominato “Daring D” dai media e che la principessa ha sfoggiato in uno dei suoi primi ingressi in società al fianco del Principe Carlo. Si tratta di un lungo abito molto elegante grazie al taffetà di seta nera.

Il soprannome che gli fu attribuito non era certo casuale, ma rispecchiava perfettamente quello che la maggior parte della gente pensava della ingenua Diana Spencer e del suo sfacciato abito.

Nonostante la sua indubbia eleganza, infatti, il vestito disegnato dagli stilisti inglesi Elizabeth e David Emanuel si caratterizzava per la scollatura che lasciava le spalle completamente scoperte e per il colore nero della seta, colore che la famiglia reale indossava solo in situazioni di lutto.

Ma, fin da allora, indossando l'”abito dello scandalo” la principessa Diana non esitava a mostrare la sua personalità anticonformista capace di andare oltre i pregiudizi della gente.