Specialmente in estate e per la tanto temuta prova costume, ogni donna corre ai ripari per cercare di correggere ogni singola imperfezione del proprio corpo, come per esempio per ottenere un ventre piatto. Al contrario della cellulite, il problema della pancia gonfia è più semplice da risolvere, in quanto in genere è causata da un’alimentazione e uno stile di vita non proprio corretti.

Per questo motivo si può ricorrere ad una semplice “dieta”, che però può tradursi in una routine alimentare sana e bilanciata all’insegna del benessere. Ecco quali alimenti prediligere, quali evitare e qualche pratico consiglio per ritrovare la propria forma fisica e, soprattutto, avere un ventre piatto.

Ventre piatto con la dieta: cibi consigliati

Una delle prime regole da seguire per avere una pancia piatta è bere tanta acqua: questa, infatti, non solo permette di depurare il proprio organismo da tutte le tossine accumulate, ma tra gli effetti benefici contribuisce anche a rendere la pelle più luminosa. Come se non bastasse aiuta a combattere anche uno degli inestetismi della pelle più odiati dalle donne: la cellulite.

Tra gli alimenti da prediligere, ovviamente, frutta e verdura fresca e di stagione, specie se drenanti, brucia grassi e ricchi di fibre, ma non sono da disdegnare anche cereali integrali e ancora pesce e carni magre da cuocere al vapore o alla griglia. Sì anche ai legumi, particolarmente ricchi di fibre come fagioli borlotti, lenticchie e ceci; efficace per contrastare il gonfiore è anche lo yogurt in quanto va a regolarizzare la flora batterica e il funzionamento dell’intestino.

Tra le altre bevande permesse, oltre all’acqua, ovviamente ci sono le tisane: tra le più consigliate spiccano quella al finocchio – grazie alla sua azione particolarmente drenante e quindi sgonfiante – ma anche alla camomilla. Altrettanto efficace l’anice grazie alle sue proprietà sedative ma soprattutto digestive e antispasmodiche. Per enfatizzare il loro potere si può pensare di aggiungere alla bevanda un pezzetto di radice di zenzero, da lasciare in infusione insieme alla bustina della tisana scelta, coprendo la tazza con un piattino o un coperchio: la radice agisce sull’apparato digerente in caso di digestione difficile, flatulenza e soprattutto gonfiore intestinale andando ad assorbire l’aria in eccesso nello stomaco e nell’intestino. Oltre alle tisane, lo zenzero può essere aggiunto grattugiato per insaporire le pietanze come minestre e insalate per trarre poi gli stessi benefici.

Un altro trucco può arrivare dalla cannella: questa può essere aggiunta alle tisane oppure sugli alimenti come le mele aiutando la digestione e a bruciare grassi.

Ventre piatto con la dieta: i cibi da evitare

Tra i cibi da evitare perché nemici della digestione – e che quindi contribuiscono a gonfiare lo stomaco – ci sono gli zuccheri raffinati e tutti i prodotti realizzati con questi tra cui caramelle e cibi industriali, ma anche cibi lievitati, tra cui pane e pizza, formaggi molto stagionati e in generale tutti i latticini. Ancora da eliminare cibi fritti, bevande zuccherate, alcoliche e gassate e alimenti ricchi di sale (che si può pensare di sostituire utilizzando delle spezie).

Ventre piatto con la dieta: alcuni consigli

In ogni caso bisognerà assolutamente evitare di cadere nella trappola delle diete lampo: per avere un fisico perfetto ci vuole tempo. Per questo motivo, per avere la pancia piatta, per lo più bisognerebbe cercare di correggere la propria alimentazione e optare per uno stile di vita più sano possibile, affiancando ad una dieta bilanciata anche dell’attività fisica.

Quest’ultima non dovrà essere per forza eccessiva ma sufficiente per bruciare calorie e rimanere in forma: può risultare abbastanza anche una camminata di almeno mezz’ora al giorno, mentre i più sportivi possono optare per una corsetta all’aria aperta o degli esercizi fitness mirati.

Fotostoria: 10 cibi brucia grassi e amici della dieta