Alla Fieracavalli di Verona si confermano protagonisti i cavalli di tutte le razze del mondo: per quattro giorni (dal 7 al 10 novembre) tremila esemplari saranno presenti 115a edizione della più longeva e importante manifestazione dedicata al panorama equestre internazionale. E anche quest’anno non mancheranno le iniziative in grado di coinvolgere e divertire tutta la famiglia, a partire dalle attività ludico-didattiche del Villaggio del Bambino, fino ad arrivare agli spettacoli del Gala d’Oro Opera! e al nuovo PalaFiera, senza dimenticare il Westernshow e la tradizionale sfilata delle carrozze nel centro storico di Verona.

Tra gli esemplari di maggiore interesse per i più piccoli troviamo: Charlie, il pony più piccolo al mondo, e la razza Shire, con gli esemplari più alti.

Il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, ha commentato:

«Chi ama il mondo del cavallo non può mancare  in questi quatto giorni a Verona. Ad ogni edizione Fieracavalli batte ogni record con una media di  650 espositori di cui 136 esteri da 24 nazioni, oltre 150mila visitatori, di cui 20mila stranieri da 75 paesi, 20 delegazioni di operatori internazionali, 35 associazioni allevatoriali e più di 180 eventi, gare sportive e convegni».

Numeri che rappresentano un settore vitale nel Paese nonostante la crisi, come ha confermato  il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani:

«Il mondo equestre muove in Italia cifre importanti con 50mila addetti e un giro d’affari stimato in 6 miliardi di euro.  Coinvolge 2,5 milioni di appassionati, con 400mila cavalli e 16mila allevamenti. La stessa Fieracavalli contribuisce ogni anno allo sviluppo di questo comparto, generando sul solo territorio di Verona un indotto di circa 40milioni di euro».

Il sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha aggiunto:

«Con questa 115a edizione di Fieracavalli si rinnova una legame storico che dal 1898 unisce la città di Verona e la sua Fiera. Quest’anno ci aspettiamo grandi risultati perché questa manifestazione ha sempre la capacità di coinvolgere tutti, dalle aziende alle famiglie, e  presta attenzione, oltre al business, a divertimento, spettacolo e importanti iniziative di valenza sociale quali l’ippoterapia».

Ai più piccoli Fieracavalli riserva un intero padiglione, il Villaggio del Bambino: uno spazio ludico-didattico che accompagna i bambini alla scoperta del mondo equestre con il “battesimo della sella”, le attività della Fattoria Sociale, lo stand del Parco Natura Viva e l’iniziativa “Un Cavallo per amico”, dedicata alle scuole primarie del comune e della provincia di Verona. Ogni sera, al Gala d’Oro Opera! la regia di Antonio Giarola offrirà la magia di saggi di volteggio e dressage, virtuosismi tecnici, caroselli e coreografie, in attesa della star dello show, Lorenzo, il “cavaliere volante”.

Novità di questa edizione è il debutto del PalaFiera, una struttura coperta con 1.800 posti a sedere dedicata  alle esibizioni equestri di ogni razza presente in fiera: oltre alle finali del concorso di Talenti & Cavalli, in scena qui anche la prima gara di tiro del tronco con i Cavalli da Tiro Pesante Rapido (TPR), di cui Verona è sede dell’unica associazione italiana riconosciuta TPR.

Per gli amanti della monta western, Fieracavalli propone il Westernshow che ospita il meglio delle gare di monta americana come il circuito di Barrel Racing, le performance di Team Penning e di reining freestyle. In più nelle giornate di venerdì e sabato è in programma  il primo campionato Europeo Pony Western, per i giovani cowboy under 17, mentre nel Saloon di Fieracavalli ci si può cimentare in corsi gratuiti di balli country.

Tornano poi le “notti di Fieracavalli”, con la possibilità di vivere il quartiere dalle 19 alle 23, grazie agli eventi folkloristici del Villaggio delle Tradizioni, gli spettacoli del PalaFiera e le gare di line dance al Saloon di Fieracavalli, con le musiche dei migliori dj.