Di lei si era tanto parlato all’epoca del Grande Fratello di due anni fa, Veronica Ciardi aveva occupato le cronache rosa per molti mesi, per il suo comportamento nel reality, ci aveva provato con quasi tutti gli uomini della casa, alla ricerca, diceva, della figura paterna che le era mancata, non riusciva a stare senza un uomo accanto, salvo poi buttarsi fra le braccia di Sarah Nile. Una relazione controversa che, a dire il vero, a volte sembrava fosse tutta una questione pubblicitaria, un modo per restare a galla per mesi. Così era stato, infatti.

Un passato difficile alle spalle, un aborto a 15 anni, faceva la cubista per arrotondare, corpo mozzafiato, Veronica Ciardi era riuscita a conquistare tanti ammiratori che l’hanno aiutata nei momenti difficile anche se, qualche volta, è stata fischiata sonoramente. L’amicizia con Sarah Nile, dopo qualche mese, sembrava essersi esaurita, ma lei smentisce, continuano a sentirsi e vedersi.

Tanti flirt, fra cui quello con Matteo Guerra, finito in una bolla di sapone, ed ora fidanzato della sua amica, e la relazione con Chicco Nalli, marito di Tina Cipollari. Adesso torna alla ribalta e racconta al settimanale Vip di essersi di nuovo innamorata. Un ragazzo che non ha nulla a che vedere con il mondo dello spettacolo, di mestiere fa il bagnino.

Nel difficile passato di Veronica Ciardi ci sonostati anche anoressia e bulimia, periodo buio del quale non ha mai voluto parlare con nessuno:

“Prima mi guardavo allo specchio e non ero contenta di quello che vedevo, non mi volevo bene, perché non mi accettavo come persona. Dopo il Grande Fratello, con il sostegno e l’affetto incondizionato dei fans, sono rinata. Ho trovato nuova linfa. Quando sto male penso a questo e mi da forza. Dovrei solo ringraziare Dio per averli vicini. Quando qualcuno ha un problema deve parlarne. Io ne ho avuti parecchi, ho veramente usato violenza verso me stessa, ho sofferto di anoressia , bulimia, non mi accettavo. Tutte queste problematiche non erano realmente legate a un disagio con il mio peso, volevo punirmi. Ho avuto la fortuna di essere riuscita sempre ad uscirne da sola, non ne ho mai parlato con nessuno, ma è stata durissima. Il mio consiglio è quello di parlane con qualcuno, famiglia, amici, qualcuno disposto ad ascoltarti.”