Il tempo vola al mattino e spesso la mamma aiuta il bambino a vestirsi e a prepararsi per la giornata per fare più in fretta, ma in tal modo ponendo un freno all’autonomia del bambino.

Non è un difetto il senso di indipendenza che il bambino dimostra già verso un anno e mezzo, anzi è una dote naturale che non bisogna inibire ma incoraggiare. Certo non è facile per un bambino vestirsi da solo: impiega più tempo, specialmente se il capo d’abbigliamento da indossare non è troppo comodo.

In questo caso, la mamma interviene. Un accorgimento per abbreviare il rito della ”vestizione” è quello di preparare la sera precedente i vestitini da fargli indossare il giorno dopo e di puntare la sveglia un po’ prima, per un risveglio anticipato di tutta la famiglia anche per aver modo di iniziare bene la giornata con una buona colazione insieme.

È consigliabile che la mamma intervenga solo se vede il bambino in difficoltà e solo se è il bambino a chiedere aiuto. E forse è opportuno abituare il bambino a vestirsi da solo quando si prepara per la notte e quindi deve indossare il pigiamino, che naturalmente dev’essere pratico: la sera forse si è più stanchi, ma certamente c’è più tempo e le cose si possono fare con più calma.

Bisogna avere solo un po’ di pazienza, il bambino ha bisogno di maggior tempo dell’adulto a vestirsi. Imparerà per gradi, ma bisogna procurargli anche capi d’abbigliamento facili da indossare, possibilmente senza bottoni e con sistemi di chiusura più pratici.

La capacità del bambino, e la pazienza dei genitori, sarà messa a dura prova dai primi tentativi del piccolo a infilarsi da solo le scarpine. È consigliabile usare scarpine con il velcro, che può calzare facilmente da solo, poi man mano che cresce gli si insegnerà anche ad allacciarsi le scarpine e non solo: perché è molto facile che confonda la destra con la sinistra, è opportuno concordare con il bambino stesso un segno particolare per evitare che vada in confusione.

Comunque, pensate che anche semplicemente indossare i calzini e le scarpine obbliga il bambino a coordinare i suoi movimenti. Quindi, riteniamo che la pazienza di mamma e papà venga ampiamente ricompensata dalla consapevolezza che i semplici movimenti che il bambino è obbligato ad eseguire per vestirsi da solo sviluppa la sua capacità di coordinamento motorio. E non è poco: è un enorme potenziale al suo sviluppo e alla sua crescita.