Vestirsi per un matrimonio è per molti una scelta difficile da compiere. Con il caldo arrivano, come rondini che squarciano il cielo primaverile, i matrimoni di amici, colleghi e partenti che hanno il piacere di trascorrere, assieme alle persone che reputano adatte, il giorno più importante della loro storia d’amore. Dal momento della consegna dell’invito, fino alla data della celebrazione, è una la domanda che rimbomba nella testa di ogni donna: cosa metto?

Beh, con piccoli e semplici consigli, quasi fondamentali, si può sfoggiare un look perfetto e, soprattutto, in grado di non sembrare troppo umile o troppo eccessivo.

Ecco 5 regole fondamentali da conoscere per vestirsi per un matrimonio.

  1. Le prima regola fondamentale da rispettare è il colore: se la sposa veste di bianco, nessun invitato dovrà indossarlo. La seconda regola è: qualsiasi sia il colore che la sposa indossa, la scelta dell’abito dovrà ricadere su un colore diverso.
  2. Detto questo, deve essere chiaro il ruolo che si ricopre nel matrimonio: la testimone o i parenti più stretti avranno delle regole di eleganza più ferree da seguire per omaggiare gli sposi. In questo caso, è importante ricordare che il fascino di una donna non dipende da quanti gingilli indossa, bensì dal saper asciugare il più possibile il look per renderlo essenziale e piacevolmente sorprendente. In questo caso, un vestito di sartoria color pastello, abbinato a gioielli piccoli e lucenti ed ad una scarpa con tacco a spillo (no plateau, per favore) possono essere le soluzioni migliori. Nel caso di ospiti senza legami parentali di primo grado o non testimoni, la scelta può essere un capo elegante e raffinato, ma non troppo eccentrico, come ad esempio un tubino. Il colore può essere pastello o neutro e la fantasia può sbizzarrirsi sugli accessori.
  3. Una cosa importante da ricordare sono le scarpe: per rispettare gli sposi, è importante non riversare l’attenzione nei confronti di calzature volgari o provocatorie; la soluzione ideale, tenendo a mente anche il luogo nel quale si tiene il ricevimento e la cerimonia, sono delle scarpe semplici e aperte, con una manicure (obbligatoria), che metta in risalto la forma del piede.
  4. La giacca o il foulard sono d’obbligo se il vestito è molto scollato o se la funzione matrimoniale si svolge in un luogo sacro: questo non solo per rispettare gli sposi, bensì in segno di riverenza per la location nella quale ci si trova.
  5. Infine, è importante ricordare la temperatura esterna: se fa tanto caldo, è importante optare per un abito più morbido e voluminoso, capace di far respirare la pelle.