Carnevale è ormai alle porte e, tra qualche giorno, gli inviti a feste ed eventi potrebbero mandare, anche i più organizzati, nel pallone. Ciò che più spaventa è la maschera: deve essere originale, unica e, soprattutto, lowcost.

Per fare un po’ di storia, la parola Carnevale deriva dal latino carnem levare (“eliminare la carne”): anticamente questa celebrazione tipica delle aree cristiane, indicava il banchetto che si teneva l’ultimo giorno di Carnevale (martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima. Le origini, tuttavia, sono ben più antiche, richiamando le dionisiache greche (le antesterie) o i saturnali romani. Durante queste feste si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell’ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza.

Da qui la maschera che oggi viene utilizzata per corredare cene o aperitivi tra amici, con l’obiettivo di trascorrere del buon tempo insieme. Allora perché non dare sfogo alla fantasia e costruire da soli il proprio travestimento, risultando i più brillanti? Ecco 5 idee per realizzare vestiti di Carnevali fai da te.

  1. Le ispirazioni possono essere tantissime: da Lady D a Lady Gaga, da Elvis Presley a Elton John, ogni idea è ben accettata. Ad esempio, si può decidere di trasformarsi nella Madonna che, alla fine del secolo scorso, scese sul palco firmata Jean Paul Gaultier. Applicando dei coni di cartone al proprio bustino preferito, raccogliendo i capelli in una coda di cavallo alta e marcando il trucco, la trasgressione della Pop Star internazionale riprende vita, trasformando chiunque nella Regina.
  2. Un’altra idea è Cyndi Lauper, con la sua acconciatura rossa fiammante, che potrà essere rievocata con tinte lavabili, dal sapore sbarazzino. Le mollette colorate nei capelli e magliette tagliate sulle spalle dai colori appariscenti, riusciranno a riportare alla luce le note sulle quali le ragazze si divertivano, conquistando anche i più bei fusti della discoteca.
  3. Andando in altre dimensioni, come dimenticare l’incantevole Cenerentola che, armata di carrozza e tacco di cristallo, ha conquistato il suo Principe grazie ad un voluminoso abito azzurro? Per diventare la principessa delle fiabe dell’infanzia, basterà imbottire l’abito scelto e optare per una calzatura in plastica (ce ne sono molte in circolazione), per ricostruire le ambientazioni fantastiche del racconto.
  4. E se si vuole sottolineare il proprio carattere forte e deciso, un’altra soluzione può essere quella di vestire i panni di Xena, la principessa guerriera che, in molti anni, ha conquistato il cuore di molti ragazzi e ragazze. Basterà un bustino nero di pelle, con una gonna corta dello stesso materiale, per tornare alle ambientazioni della mitologia greca. Con un po’ di cartone rigido si potrà costruire la sua arma tonda.
  5. Infine, se il futuro e la fantascienza sono una passione, perché non optare per un abito bianco lungo (classica iconografia cinematografica che rappresenta l’avanguardia), accompagnata da occhiali arricchiti di brillanti e da elementi metallici, come ad esempio la cintura? Con piccoli gesti si potrà dire di venire dall’anno 3000.

Le idee sono pressoché infinite, quindi non resta che focalizzare l’attenzione sul personaggio scelto e indossarne i panni, con tanta, tanta, tanta autoironia.

Foto: Shutterstock