Le giornate si allungano, il sole si fa più caldo, le vacanze si avvicinano: è proprio arrivato il momento di pensare ai vestiti per l’estate 2016. Infatti, nonostante ognuna abbia nell’armadio dei vestiti evergreen, oppure dei capi preferiti che ogni anno tira di nuovo fuori dal guardaroba avendone abbastanza cura perché si mantengano bene a lungo, è fondamentale rinnovare i capi tra cui scegliere, dedicandosi a un po’ di shopping per seguire le tendenze del momento.

Righe, pizzo, trasparenze e stampe colorate, sono tanti i trend perfetti per vivere con classe e allegria l’estate, ma è importante scegliere i vestiti non solo in base alla moda, ma anche in base al fisico, cosicché calzino a pennello e ci si possa sentire pienamente a proprio agio nelle tante occasioni che si presenteranno.

Galleria di immagini: Vestiti estate 2016: quali acquistare in base al fisico

Ecco, allora, tra le tante proposte dei vestiti estate 2016, alcuni esempi di modelli da acquistare in base al fisico.

  • Fisico a clessidra. Per chi ha il fisico a clessidra è importante scegliere modelli adatti a sottolineare la scollatura, il punto vita e le gambe, quindi a seguire la sinuosità naturale delle curve. Balmain propone un abito in jersey di viscosa effetto tatuaggio. La prova che si tratta di un modello perfetto per questo tipo di fisico? A indossarlo anche Monica Bellucci alla Sidaction Gala Dinner 2016 di Parigi. Un’alternativa di grande vestibilità è l’abito chemisier di Parisian, senza maniche a varie righe con anello a D sulla cintura, perfetta per sottolineare il punto vita.
  • Fisico a mela. Chi ha questo tipo di fisico, per sviare l’attenzione dalla vita non marcata, può puntare su un abito in stile impero, oltre ad accentrare gli sguardi su viso e spalle con scolli, collane e orecchini. Di Zara l’abito stile impero corto con scollo di merletto, mentre per una serata speciale da Asos Curve arriva il modello in chiffon leggero con scollo a V anche sulla schiena e corpino con paillette.
  • Fisico a pera. Il fisico a pera, con fianchi larghi, deve attirare l’attenzione verso la parte alta del corpo: bisogna evitare pieghe e balze che aumentino il volume dalla vita in giù, sottolineare il punto vita e aumentare con accessori e maniche ampie la visibilità della parte superiore. Perfetto il caleidoscopico tripudio di colori tipico delle ruote dei carretti siciliani che ispira la stampa iconica dell’abito Dolce&Gabbana a maniche corte, realizzato in popeline di cotone. Il modello è caratterizzato da scollo ampio, corpino con pinces e gonna midi a ruota. Adatto anche un modello più semplice, l’abito ad A di H&M, corto, in tessuto di viscosa goffrato, con carré e maniche in pizzo traforato.
  • Fisico magro. Il fisico magro è sicuramente il più semplice da vestire: può permettersi quasi tutti i modelli, sebbene quelli con gonna a ruota, d’ispirazione vintage, stiano molto meglio alle donne curvy. Bisogna però fare attenzione alla propria altezza. L’abito Primark blu in chiffon e spalline crochet, come tutti i modelli corti, è perfetto per le più bassine. Le alte invece possono permettersi anche la longuette, perché non accorcia la loro figura. Se siete tra queste ultime fortunate provate il modello Au Jour Le Jour Primavera Estate 2016 in mussola di viscosa con stampa all-over e senza maniche.