Viaggiare con i bambini all’estero richiede necessariamente la produzione di documenti che appartengano solo e soltanto a loro. Per quanto riguarda il passaporto, ad esempio, non è più valida l’iscrizione su quello dei genitori e i minorenni devono essere in possesso di passaporto proprio.

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali sono i documenti di cui essere in possesso quando si decide di viaggiare con i bambini all’estero. Essere informati a distanza di tempo dal viaggio che si intende compiere consente infatti di evitare contrattempi che potrebbero anche far saltare  o rinviare la partenza.

Viaggiare con i bambini all’estero: i documenti da avere

È possibile far espatriare i bambini esibendo i seguenti documenti:

  • carta d’identità
  • passaporto individuale (che appartenga direttamente al bambino)
  • lasciapassare composto da certificato di nascita e di cittadinanza vidimato dal questore (valido fino a quindici anni).

Il passaporto è ovviamente necessario per espatriare in tutti quei Paesi in cui l’esibizione della sola carta d’identità non è valida (come i Paesi fuori dall’area Schengen ad esempio).

Come richiedere il passaporto

Quando i figli non hanno compiuto ancora la maggiore età, per richiedere il passaporto è necessario che tutti e due i genitori diano il proprio assenso firmato. La documentazione può poi essere presentata presso la Questura, il commissariato dei Carabinieri, il proprio Comune di residenza oppure all’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza (la Polizia di Stato mette a disposizione anche un sito per la richiesta online). La legalizzazione della foto deve avvenire in presenza del minore, che deve essere quindi presente fisicamente al momento dell’atto. Qualora non ci sia il consenso di entrambi i genitori, sul rilascio del passaporto decide il giudice tutelare, con l’emissione di eventuale nulla osta.

Come richiedere la carta di identità

Così come per gli adulti, la carta di identità del minorenne va richiesta presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza. Anche in questo caso, se la carta di identità viene richiesta per l’espatrio, occorre il consenso scritto di entrambi i genitori e anche in questo caso, qualora non vi sia assenso, sarà il giudice tutelare a decidere in merito.

Come richiedere il lasciapassare

Per quanto riguarda infine il lasciapassare valido per l’espatrio, quest’ultimo va richiesto presso il Comune di residenza e deve essere necessariamente vidimato dal questore. Il minore di anni quindici per cui viene richiesto deve essere fisicamente presente al momento in cui viene inoltrata richiesta e anche in questo caso è condizione necessaria che entrambi i genitori prestino il proprio assenso.