Il video di “Born This Way” è uscito da meno di 24 ore e già la rete impazza per Lady Gaga. Il ricercato filmato, incentrato sulla nascita di “una nuova razza aliena priva di pregiudizi”, sembra essere un vero concentrato di cultura pop. Gli omaggi a Michael Jackson e a Madonna, incarnati nei guanti e nel diastema a fine video, sono stati subito evidenti al grande pubblico. MTV, tuttavia, ha voluto passare al setaccio ogni singolo fotogramma dei 7.20 minuti di girato, così da scovare anche le citazioni meno evidenti.

Ne è emersa una lista stupefacente, un vero e proprio puzzle di cultura pop, moda, cinema, religione e arte del ‘900. Un lavoro di ricerca che conferma come Lady Germanotta sia tutt’altro che banale, nonostante i ritmi dance con cui delizia i suoi fan.

Galleria di immagini: Citazioni Born This Way

La prima citazione è tutta dedicata al compianto Alexander McQueen, stilista adorato dalla cantante. In ogni video vi è sempre un rimando a questo genio della moda, basti pensare alle Armadillo Shoes di “Bad Romance”, e in “Born This Way” gli outfit da regina si ispirano decisamente all’ultima collezione del compianto designer.

Si procede poi con Denny Brewer, padre spirituale dei discorsi filosofici enunciati a inizio video. Il concetto di multiverso e la battaglia tra eterno e mortale sembrano essere trasportati dall’album “The people key”. Si immerge in questo filone anche H.R. Giger, pittore surrealista svizzero che ha tematizzato il franchise dell’Alieno. Basta vedere uno dei suoi quadri, o le numerose sculture, per scoprire da dove provengano i corpi spigolosi dei ballerini o anche l’allegoria mistica del caprone.

La mitologia romana viene chiamata in causa con Giano, il dio degli inizi materiali e immateriali e custode dei cancelli, normalmente rappresentato da un doppio volto. E proprio così Lady Gaga appare a inizio video, come una regina mistica dalla doppia identità con tanto di terzo occhio.

Passando al cinema, invece, non può non saltare all’occhio l’immediata correlazione con Metropolis. Quando all’inizio di “Born This Way” vi è la duplice Gaga, doppia regnante del bene e del male, il rimando è sicuramente alla Maria clonata nel film di Fritz Lang. Richiami anche per “Sin City“: dai fucili al look di Nancy Callahan, le similitudini sono davvero ampie. Il tema di “Vertigo” di Alfred Hitchcock è invece utilizzato per la parte introduttiva del filmato.

Rimandi più generici, infine, sembrano essere presenti in onore della corrente del Surrealismo, dell’horror zombie con la presenza del tatuato Rick Genest, all’omosessualità con i triangoli rosa e al simbolismo degli Illuminati. Proprio qualche tempo fa, Lady Gaga è stata accusata dai più accesi detrattori di essere “The Illuminati Puppet“, il pupazzo di questa setta massonica, dati gli ampi richiami in tutti i suoi video. La popstar stessa ha recentemente dichiarato di aver fatto dei sogni a tema e di averli trasportati, per esorcizzarli, nelle proprie opere. Pensare che la giovane sia uno strumento per manipolare le masse sembra tuttavia forse azzardato, anche per la geniale Gaga.