È successo negli Stati Uniti, dove uno studente al primo anno della Rutgers University, nel New Jersey, è stato inconsapevolmente filmato durante un incontro sessuale con un suo compagno. Tayler Clementi, questo il nome della vittima, è stato tratto in inganno da due coetanei che hanno installato una telecamera nascosta nella sua stanza.

L’incontro sarebbe avvenuto il 19 settembre e soli quattro giorni dopo, entrato immediatamente in possesso dei due ragazzi Dharun Ravi e Molli Wei, è finito su Twitter, social network famoso in tutto il mondo.

Appena Tyler è venuto a conoscenza del fatto che tutti avrebbero potuto vedere un suo momento privato, e pensando che da ora in poi sarebbe potuto essere vittima di pregiudizi e discriminazioni, non ha voluto usare mezzi termini e si è quindi suicidato, gettandosi dal ponte di George Washington.

Oltre a filmare la vicenda, i due ragazzi avrebbero anche raccontato tutto per iscritto e nei dettagli sempre su Twitter. Uno scherzo proprio di cattivo gusto, finito in tragedia e che potrebbe costare ora ai due giovani fino a 5 anni di galera.

Il dramma ha colpito molto gli Stati Uniti, tanto che oggi il New York Times gli ha dedicato la prima pagina con il titolo

“Momenti privati, resi pubblici. Poi il salto fatale”.

Anche la CNN sta cercando di capire come sia potuta accadere questa vicenda, sperando che tragedie di questo genere non si ripetano mai più.