Cosa significa correre ‘come una ragazza’? Battersi ‘come una ragazza’? Nonostante i passi da gigante compiuti nel campo della parità dei sessi, ancora oggi espressioni come quelle appena citate possono essere usate in senso dispregiativo, a mo’ di insulto: fare qualcosa come se fossi una ragazza equivale a dire, secondo questa logica, che non sei in grado di fare meglio, che non riesci a fare di più, perché sei donna e perché ti è impossibile farlo.

E’ proprio per combattere contro questa assurda logica che la Always, azienda di prodotti per l’igiene intima femminile della Procter & Gamble, ha deciso di lanciare in rete un video virale, frutto della campagna #LikeAGirl (come una ragazza, appunto). E il video – 22 milioni di visite in pochissimi giorni – ha centrato in pieno l’obbiettivo perché non solo è in grado di farci emozionare ma ci invita anche a riflettere su come molto spesso, per cambiare qualcosa, basta fermarsi un attimo a pensare, iniziare a mutare anche soltanto i nostri modi di dire e ottenere poi cambiamenti più grandi nelle nostre vite.

Scopo della campagna è anche quella di aiutare le giovani ragazze a recuperare autostima, a credere in se stesse ed essere quindi in grado di tirar fuori tutta l’energia di cui sono capaci per fare tutto ciò che vogliono. “Io ragazza corro come una ragazza perché sono una ragazza e il mio essere donna non mi priva di nulla” è questo il messaggio di fondo che esplode prepotentemente e che dovrebbe radicarsi nelle nostre coscienze.

Proprio a questo proposito, qualche tempo fa, vi avevamo parlato della prima astronauta italiana ad andare nello spazio, Samantha Cristoforetti, uno splendido esempio di come la parità tra i sessi si è sempre imposta prima di tutto dimostrando che la capacità di fare qualcosa o meno non è dovuta al fatto di essere uomo o donna ma al fatto di essere persona capace o incapace.

Galleria di immagini: L'amore non è un film Giovanna Gallo