Vieni via con me” è terminato, ma non le polemiche che ne hanno accompagnato il percorso. Anche ieri a “Che tempo che fa”, il conduttore Fabio Fazio si è ritrovato a fare un elenco di ciò che gli resta di “Vieni via con me”, per poi raccontare come il capostruttura Loris Mazzetti abbia ricevuto una sospensione di 15 giorni per dichiarazioni considerate lesive per la Rai, oltre al fatto di aver sforato di due minuti la fine dell’ultima puntata.

La questione non è da poco: Mazzetti aveva ricevuto una sospensione di dieci giorni per aver rilasciato determinate dichiarazioni in merito a “Vieni via con me” e aver partecipato a una trasmissione di La7. A questa si sono aggiunti ulteriori giorni di sospensione, dopo che aveva dichiarato che ci sarebbe stata una seconda edizione del programma di successo.

Inoltre, al capostruttura veniva fatta notare la recidività, dato che pare che ci fossero state delle dichiarazioni da parte sua a seguito della difesa di Enzo Biagi dopo l’editto bulgaro del 2002, per cui anche allora era stato sospeso. Mazzetti rientrerà al lavoro a gennaio.

Intanto, pare che il clima non fosse comunque troppo positivo, anche perché gli autori avevano lamentato che i vertici Rai non erano comparsi affatto in quegli studi di via Mecenate, neanche per un saluto. Per quanto riguarda lo slittamento dell’ultima puntata, la lettera inviata da Paolo Ruffini faceva notare che si trattava di ben 29 minuti, che avevano costretto a ritardare la pubblicità.