Capita di raccontarsi qualche piccola bugia, nascondendosi dietro alla giustificazione che è a fin di bene. Ma c’è una parte di noi che non mente mai: è il corpo. Correre dietro agli impegni quotidiani, prendersi cura degli affetti, occuparsi di ogni aspetto della giornata è un modo più o meno inconsapevole di accumulare stress, che inevitabilmente si ripercuote sul corpo e alla lunga manifesta i suoi effetti sulla salute.

Cercare di combattere lo stress con un po’ di meditazione può essere efficace, ma può risultare anche piuttosto noioso se non si è capaci di entrare in contatto con la parte più profonda del nostro io, concentrandosi sul proprio respiro.

Ignorare lo stress non fa bene alla {#salute} e non è una soluzione. Anzi, accantonare il problema, fa sì che anche il più insignificante degli intoppi venga vissuto come una vera e propria minaccia. Istintivamente si finisce a cercare sollievo in una serie di atteggiamenti scorretti, come mangiare cibo molto poco salutare, fumare, bere un bicchiere in più del solito, tutte azioni che aggravano il malessere. Alla lunga, la ricerca di una via di fuga diventa dolorosa perché il corpo manifesta con gli acciacchi i primi sintomi di negligenza. E non basta qualche farmaco per far andare via il dolore.

Forse è inevitabile accumulare un po’ di stress, ma non tutto lo stress viene per nuocere. Se ci si concentra sui propri bisogni, se lo si usa per diventare più consapevoli delle proprie necessità, lo stress può diventare un alleato.

Il primo passo per non restare travolti dalle ansie e dalle paure è avere la consapevolezza che emotività e fisicità vanno di pari passo, quindi se la nostra mente è al lavoro, lo è anche il corpo, fatto di muscoli, articolazioni e ossa. Spiega Vicky Vlachonis, esperta osteopata olistica:

“Anni di esperienza mi hanno insegnato che spesso in agguato dietro il dolore fisico c’è della tensione emotiva memorizzata in varie parti del corpo. Dobbiamo rispettare il dolore e cercare di capire le ragioni fisiche ed emotive che ci sono dietro”.

Ristabilire l’armonia tra la mente e il corpo è un modo efficace per prevenire la pressione e lo stress quotidiano, evitando piccoli disagi fisici come il mal di testa o i dolori articolari. Provare non è poi così difficile: basta ascoltare le proprie emozioni che fanno parte della vita e non far finta che non esistano. Continua la dottoressa Vlachonis:

“Nella maggior parte dei casi, anche se il dolore si manifesta in modo fisico, la radice del problema è prevalentemente emozionale. Ai primi accenni del dolore è bene dedicarsi un momento di introspezione e chiedersi quale potrebbe essere la causa di quel dolore”.

Quindi niente bugie: il corpo parla chiaro, meglio ascoltarlo. Probabilmente è il modo più sano per combattere i sintomi dello stress.

Fonte: Goop.