Sono tante e ricche di spunti interessanti le iniziative proposte dagli enti del turismo e dagli assessorati presenti a Vinitaly 2014 (6-9 aprile, Veronafiera). Tra queste ne segnaliamo un paio scovate durante il nostro tour. Nel padiglione dedicato alla Campania, lo stand dell’assessorato dell’agricoltura propone l’iniziativa Vini da mare, pensata “per pubblicizzare i nostri prodotti, che sono i bianchi, i rosè e i frizzantini” ci spiega il funzionario responsabile Arcangelo Scherillo, “e per diffondere l’idea che sono vini ideali da bere in barca, dove in genere c’è la cultura del prosecco. A questo scopo organizzeremo degustazioni a Ischia, Capri e Marina di Stabbia tra giugno e luglio”.

Lasciandoci alle spalle le suggestive immagini appena evocate ci spostiamo nel padiglione della Lombardia, dove ci aspetta un’altra sorpresa non meno intrigante. Lo stand della Valtellina infatti quest’anno propone qualcosa che i cultori e gli appassionati di tour enogastronomici non potranno lasciarsi scappare. Si tratta dell’iniziativa denominata La Via dei Terrazzamenti, ovvero cinque percorsi studiati ad hoc per attraversare l’area vitata di montagna più estesa d’Europa, visitando cantine, borghi antichi, e gustando i prodotti tipici (dai formaggi alla bresaola e i pizzoccheri, dal miele alle mele).

Galleria di immagini: Vinitaly Verona 2014

Queste cinque Strade del Vino comprendono La Strada del Maroggia, del Sassella, del Grumello, dell’Inferno e del Valgella e uniscono la città di Morbegno con Sondrio e Tirano. Un tour da percorrere a piedi, sulle ruote, sugli sci o sulle racchette da neve, e che permette di visitare i celebri terrazzamenti vitati ricavati nei fianchi delle Alpi Retiche, dove, nella quasi totalità dei casi il vitigno coltivato è il Nebbiolo, localmente detto Chiavennasca, affiancato alle varietà secondarie della Pignola, della Rossola e della Brugnola. E quale miglior contesto di questo per degustare grandi vini come lo Sforzato o “Sfrusat” di Valtellina DOCG, il Valtellina Superiore DOCG e il Rosso di Valtellina DOC?

Per promuovere queste zone (per altro i Terrazzamenti sono candidati come Patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO) e le loro specialità enogastronomiche Valtellina Turismo Tour Operator ha elaborato anche programmi di viaggio specifici, che si possono scoprire visitando i siti www.valtellina.it, www.stradavinivaltellina.com e www.vinidivaltellina.it.

Credits: Foto Ennevi-Veronafiere