Il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese torna con le sue aziende al Salone Internazionale del Vino e dei Distillati, Vinitaly, che avrà luogo dal 6 al 9 aprile a VeronaVeronafiere.

Cinquant’anni di storia e un riconoscimento “erga omnes” da parte Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per l’elevata rappresentatività pari a circa l’85%. La missione del Consorzio è quella di tutelare e promuovere una delle prime cinque Denominazioni d’Italia per numero di ettari vitati: 13mila 500. Sulle colline oltrepadane i vitigni più rappresentativi sono: Croatina, Barbera, Pinot nero, Riesling e Moscato. Al giorno d’oggi il Consorzio possiede 203 associati che coinvolgono a loro volta una rete di 2200 aziende agricole.

In occasone del Salone Internazionale il Consorzio allestirà quindi nel Padiglione Lombardia (posizione B5/C5) un nuovo stand consortile, totalmente ridisegnato nelle forme e nei colori, puntando così su storia, qualità e bellezza. Lo stand verrà trasformato in una “casa dei produttori” e verrà dedicato alla presentazione dell’Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCG nelle sue diverse declinazioni, oltre che del Bonarda dell’Oltrepò Pavese.

L’ispirazione prende spunto dall’eleganza e l’intenzione principale è quella di comunicare il valore aggiunto delle più antiche produzioni delle colline oltrepadane. L’area allestita verrà resa molto fine come una boutique e accogliente come i piccoli borghi di Oltrepò; sui lati saranno allestiti salotti per il pubblico desideroso di andare alla scoperta delle produzioni simbolo della prima area vitata di Lombardia, mentre dietro al banco centrale è stata allestita una business area, pensata per incontri con giornalisti, opinion maker, buyer o rappresentanti istituzionali in visita.

In posizione centrale e spostato in avanti verso il corridoio verrà allestito invece il nuovo banco d’assaggio. Questo avrà due postazioni che saranno presidiate da due sommelier, un uomo e una donna, pronti a gestire con professionalità le degustazioni che avranno luogo durante l’evento.

L’altra parte della presenza del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese a Vinitaly sarà dedicata la bellezza, grazie a immagini dal sapore vintage e quattro hostess di grande charme che coinvolgeranno il pubblico in una visita nella loro intera area fieristica.

“A renderci unici è lo sforzo che nell’ultimo decennio i produttori hanno profuso per l’alta qualità. Le nostre bollicine di Pinot nero sono un prezioso valore aggiunto, da comunicare di più e meglio in tutta Italia e poi oltre confine. Nel 1912 il Metodo Classico dell’Oltrepò Pavese arrivava già in America. Dobbiamo raccontare una storia vera, che abbiamo solo noi poiché frutto del susseguirsi di sforzi di generazioni di contadini-viticoltori. Il nostro è uno stile nato dal sacrificio e dall’umiltà. I produttori saranno a Vinitaly per ricordare a giornalisti, blogger, degustatori e buyer chi siamo, da dove veniamo e quale cura mettiamo nelle nostre produzioni. In Oltrepò Pavese, la piccola Toscana a meno di un’ora da Milano, abbiamo vino, bellezza e cultura. Siamo l’Italia da riscoprire” ha commentato il neo Direttore del Consorzio Emanuele Bottiroli.

Altra sorpresa dell’anno sarà la presentazione del calice personalizzato Spiegelau “Pinot nero d’Oltrepò”: un oggetto di alta gamma e grande fascino, ma soprattutto uno strumento che sarà in grado di far apprezzare al meglio le bollicine del Consorzio, reputato tesoro nazionale. Perlage, profumi e colori riempiranno di Oltrepò il più nobile dei calici per la gioia di appassionati e curiosi. Al termine di Vinitaly, il Consorzio darà modo a tutte le aziende interessate di prenotare questi calici per i propri clienti e ospiti.

Ci saranno delle novità anche sotto il profilo mediatico, in quanto nel parcheggio antistante l’Ingresso Stampa, verrà messa una sola grande immagine verticale dedicata al “Pinot nero d’Oltrepò”, mentre sulla torre della scala mobile del Padiglione Lombaria verrà posto il messaggio “Tutti i colori del Pinot nero”. Su questi stessi temi il Consorzio ha creato due settimane di campagna televisiva su Sky, già avviata la scorsa domenica , con uno spot di 10 secondi volto ad emozionare il pubblico e farlo riflettere sulle mille potenzialità della nostra terra e del tesoro più grande, versatile e soprattutto internazionale che vantiamo.

photo credit: br1dotcom via photopin cc