Sei stata stuprata? E’ colpa tua!“. Benché questa frase si sia sentita già spesso e volentieri, questa volta non viene fuori da un prete maschilista o da un fanatico mussulmano fermo all’età della pietra. A pronunciarla, infatti, sono due ragazze che hanno messo (a loro rischio e pericolo) la loro faccia in uno spot indiano contro la violenza sulle donne.

Due ragazze che trattano il tema con il sorriso sulle labbra, ma con il volto tumefatto dalle botte: sferrano parole ironiche che toccano la sensibilità di chi le ascolta e che lasciano ancora più di stucco se si pensa che qualcuno le pronuncia anche con una certa consapevolezza:

La colpa è tua donna, perché portavi la minigonna, perché portavi i pantaloni, perché andavi in giro accompagnata da soli uomini, o perché andavi in giro senza la compagnia di un uomo, perché vai a lavorare e torni tardi la sera, perché ti trucchi e attiri l’attenzione maschile, perché esisti, e già tanto basta a considerarti degna di violenza“.

Un messaggio diretto destinato indistintamente a uomini e donne perché una cosa è certa: la questione coinvolge tutti, allo stesso modo. Ecco il video: