Solo in Italia i maltrattamenti e le violenze sui bambini denunciate sono oltre quattromila, e stando ai dati resi noti da Telefono Azzurro tra il 2008 e il 2010 sono 570 i casi di abusi sessuali nel nostro paese, senza contare ciò che avviene in Rete.

Per sensibilizzare su questa delicata tematiche che riguarda gli abusi sui minori, l’organizzazione Terre des Hommes lancia la campagna IO proteggo i Bambini, mirata a focalizzare l’attenzione di tutti verso la necessità di prevenire ogni forma di violenza in Italia e nel resto del Mondo.

Attiva da ormai 50 anni in ben 72 paesi, Terre des Hommes ha organizzato anche una raccolta di fondi per finanziare vari progetti lanciati per proteggere i bambini in alcune zone del pianeta, come il Perù, il Mozambico e la Mauritania. Con un SMS solidale, dal 25 ottobre al 20 novembre, sarà possibile dare un piccolo contributo per far si che queste iniziative a favore dei più piccoli possano effettivamente realizzarsi.

Per il 19 novembre, inoltre, l’organizzazione ha istituito la “Giornata Mondiale per la Prevenzione della Violenza sui Bambini”, che ha come simbolo un fioco giallo e si svolgerà sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

In questo periodo, inoltre, la necessità sensibilizzare le persone sulla necessità di proteggere i minori si rende necessaria anche a causa di un dato sconcertante messo in evidenza da indagini recenti: la crisi economica sta rendendo ancora più cupa la situazione dei bambini, soprattutto disabili, che vede aumentare anche di 5 volte la probabilità di abusi e violenze in famiglia.

Un altro appuntamento importante, organizzato da Telefono Azzurro e dal Centro internazionale per i bambini scomparsi e sfruttati (Icmec), con la collaborazione dell’Ospedale Bambino Gesù e della Mayo Clinic, è il congresso “The world’s children and the abuse of their rights” che si terrà in Senato il 3 novembre, durante il quale sarà presentata una “Carta di Roma” che conterrà linee guida per contrastare attivamente i maltrattamenti sui minori e fornire metodologie di intervento per aiutare le piccole vittime di abusi.

Per la campagna “IO Proteggo i Bambini” sono stati anche realizzati due spot dal titolo molto eloquente, “Abusatene“, che hanno come protagonisti alcuni volti televisivi noti come Carla Signoris, Raul Cremona e la Iena Luigi Pelazza.

Fonti: Terredeshommes, Confinionline