Tra smog, trucco e agenti atmosferici il viso è perennemente esposto a inquinamento e impurità di ogni tipo. Oltre alla pulizia quotidiana con prodotti detergenti delicati, ci sono due trattamenti estetici extra che dovrebbero rappresentare un appuntamento settimanale fisso per ogni donna, dalle adolescenti alle over ’50.

Parliamo di gommage, o peeling, e scrub, entrambe cure di bellezza che mirano a limitare l’opacità della pelle facendole ritrovare luminosità e garantendo una pulizia profonda. Il vantaggio del gommage, ad esempio, è quello di poter essere effettuato comodamente a casa, anche grazie all’utilizzo di prodotti naturali.

Questo tipo di trattamento si basa sull’azione esfoliante delicata di un composto a base di crema idratante, la cui finalità è quella di rimuovere le cellule morte dalla pelle del viso rinnovandone l’aspetto, grazie anche all’azione di microgranuli abrasivi. Adatto a tutti i tipi di pelle, il gommage è tuttavia da evitare in caso di irritazioni cutanee, o di cuperose.

Il peeling non deve essere ripetuto troppo spesso, infatti in questo caso potrebbe causare l’eccessiva dilatazione dei pori rendendo la pelle molto grassa. Un’ottima ricetta casalinga consiglia di miscelare miele e zucchero per creare un gommage efficace e del tutto naturale.

Galleria di immagini: Viso perfetto

Lo scrub, a differenza di quest’ultimo, è sempre un esfoliante da massaggiare sul viso tuttavia la sua azione è più forte, adatta a pelli ispessite e non troppo delicate. Proprio per questo può essere utilizzato, anche a secco attraverso il guanto di crine, ma soltanto nelle zone del corpo che presentano maggiore resistenza e ruvidezza, come gomiti, ginocchia e talloni.