La vitamina C è un elemento imprescindibile di cui l’organismo umano non potrebbe mai fare a meno e che, soprattutto, non dovrebbe mai essere carente.

Come si avrà modo di scoprire a breve, la vitamina C è assolutamente fondamentale per il proprio benessere ed è in grado di andare ad incidere in modo positivo su diversi aspetti.

Il modo migliore per assumerla resta ovviamente quello di consumare alimenti in grado di fornirne quantità sufficienti, ma in caso di deficit, è possibile ricorrere anche all’aiuto di integratori.

Vitamina C: le sue proprietà

La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, è talmente importante per l’organismo da rappresentare davvero una marcia in più per chi ne assume le giuste quantità. Avere carenze di questa sostanze, infatti, mette a rischio di sviluppare patologie (come l’anemia), di sentirsi depressi e nei casi più aggravi addirittura di essere in pericolo di vita. Oltre a questa premessa, sempre importante da ricordare, c’è da dire che la vitamina C si è conquistata la sua fama anche perché possiede in sé tantissime proprietà benefiche, fra cui:

  • la capacità di migliorare l’assorbimento di altre sostanze nutritive come il ferro: chi ha carenze di ferro può rimediare infatti aumentando il consumo di cibi che contengono ferro e vitamina C (abbinando, ad esempio, legumi e agrumi);
  • il potere di rinforzare il sistema immunitario: questa vitamina è assolutamente fondamentale per le difese immunitarie dell’organismo e averne in quantità sufficiente permette di ammalarsi molto meno e di fare prevenzione contro tutta una serie di patologie;
  • essere un potente antiossidante: ossia, grazie a questa vitamina, l’organismo invecchia molto più lentamente, con tutto ciò che questo comporta;
  • avere proprietà anticancro: la vitamina C è consigliata per prevenire patologie oncologiche perché farebbe abbassare la percentuale di rischio di ammalarsi di tumore;
  • aiutare a combattere lo stress: non ci si sente solo meno tesi e nervosi grazie a questa vitamina perché essa è anche in grado di donare tanta energia per affrontare meglio tutte le attività quotidiane che si svolgono;
  • rinforzare i capelli, migliorare la pelle e prendersi cura degli occhi: la vitamina C è anche in grado di incidere positivamente sulla bellezza del cuoio capelluto ed è utile soprattutto per chi ha capelli fini, secchi e che tendono facilmente a spezzarsi. Oltre a ciò è un ottimo nutriente per la cute e protegge gli occhi;
  • protezione contro gli effetti della chemioterapia: i trattamenti terapici contro le patologie oncologiche possono avere molti effetti indesiderati piuttosto pesanti da sopportare e questa vitamina può aiutare anche in tale contesto, portando dei benefici.

Vitamina C: gli alimenti che la contengono

Per assumere questa vitamina in modo naturale, senza ricorrere all’impiego di integratori, bisogna consumare i cibi che la contengono in buona quantità. Ma quali sono questi cibi? I principali sono soprattutto:

  •  Arance e agrumi in generale
  • cavolo
  • peperoncini piccanti
  • papaia
  • cavolfiore
  • broccoli
  • fragole
  • kiwi
  • cavolfiore
  • pomodori

Vitamina C: controindicazioni

Quando si assumono integratori per questo tipo di vitamina, gli effetti indesiderati che possono essere avvertiti sono in genere i seguenti: bruciore di stomaco, crampi addominali, nausea, vomito, mal di testa.

Nel caso in cui si assumano dosi eccessive di questa vitamina (quella consigliata è di circa 60/90 milligrammi al giorno) potrebbero invece essere riscontrati i seguenti sintomi: diarrea, nausea, calcoli renali o gastrite. Molto più raramente possono invece presentarsi sintomi quali debolezza, vampate di calore improvvise, stanchezza o senso si vertigini.