Sarà il nuovo tormentone dell’estate 2011? Il nuovo singolo del Modà sembra avere le carte in regola per diventarlo, estratto dall’album “Viva i romantici” uscito lo scorso febbraio. Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo 2011 insieme a Emma, il successo per la giovane band non sembra arrestarsi.

Galleria di immagini: Modà

La nuova hit si chiama “Vittima“, e fa appunto parte dell’album che ha già conquistato quattro dischi di platino e figura ancora tra le prime posizioni in classifica. Francesco Silvestre, il noto leader del gruppo meglio noto come Kekko, si prepara a girare l’Italia seguendo le numerose tappe del Tour 2011.

A partire dal 9 luglio, infatti, i Modà saranno a Bergamo, ma tutti i fan potranno vederli dal vivo durante il Wind Music Awards 2011 che prevede due serate nella suggestiva cornice dell’Arena di Verona, il 27 e il 28 maggio 2011.

Lo stesso Kekko ha recentemente svelato i motivi che lo hanno spinto a scegliere proprio questo brano come secondo singolo da lanciare prima del tour.

“Abbiamo voluto lanciare Vittima perché più adatto alla stagione estiva e anche perché più rock di Arriverà che ci ha dato tante soddisfazioni. Ma sia chiaro non è solo una questione di strategia, a noi questo brano piace tantissimo!”

Godiamoci intanto il testo di “Vittima”, seguito dal video della nuova hit.

“Vittima”

Non chiamo mai

Ti cerco solo quando poi

Ho voglia di assaggiarti e di confonderti

me l’hai insegnato tu

che quando scappi e sei distante

ti cercan sempre

il gioco lo comandi tu

Ti chiamo stupida

ti prendo pure l’anima

e non sai mai

quando ritorno

Forse si è quel mio essere un po’ bastardo che

se ci penso è quello che che che che

ti piace di me

Spogliati

senza dolcezza e senza regole

e poi giurami che che che che

tu sei pazza di me

Godo nel

vederti persa

vittima della mia rabbia

Chiedevo amore e tu

amore non mi hai dato mai

E ora scompaio sempre consapevole

che quando poi

ritorno ti ritroverò

sempre contenta

e bella come solo tu lo sai

ti spoglierai

senza parlare neanche un attimo

e me ne andrò mentre dormi

Forse si è quel mio essere un po’ bastardo che

se ci penso è quello che che che che

ti piace di me

Spogliati

senza dolcezza e senza regole

e poi giurami che che che che

tu sei pazza di me

Godo nel

vederti persa

vittima della mia rabbia