Che Vittorio Sgarbi fosse un personaggio controverso non è una novità. Forse per questo, quando ieri ha avuto l’ennesimo exploit, quello di spogliarsi in diretta a “Domenica Cinque”, a nessuno è parso troppo strano. Stavolta, il critico d’arte ce l’aveva con l’ipocrisia di chi si scaglia contro la mercificazione del nudo. Ma andiamo con ordine.

Sgarbi, ieri, era ospite del salotto domenicale di Barbara D’Urso, quando un’altra ospite ha confessato di essersi spogliata per denaro. E allora a Sgarbi non è rimasto che protestare, mettendo in risalto come le contestazioni contro chi si spoglia per denaro siano frutto di ipocrisia. Naturalmente, a modo suo.

Sgarbi ha dichiarato, mentre si è accinto a sbottonarsi a uno a uno i bottoni della camicia, la sua solidarietà a chi vuole mostrarsi senza veli sul corpo e nell’anima:

Io mi sono spogliato perché mi piace e lo faccio gratis. Se uno viene a casa mia mi trova nudo!

Sarà anche una moda quella dichiarata da molti VIP di girare in casa nudi, ma ciò non modifica il gesto del critico d’arte, che in realtà dopo un po’ ha smesso con il suo show. Forse per lo scarso interesse dimostrato dalla stessa Barbara D’Urso o dagli altri astanti, o per la coscienza dell’assenza del physique du rôle.