Finalmente, dopo tanto parlare sulle conseguenze che l’immagine delle modelle anoressiche potrebbero avere sulle giovani generazioni, arriva un’iniziativa concreta. A mettersi in gioco è Vogue, la rivista di moda più famosa al mondo, che ha deciso che sulle sue pagine non saranno più presenti immagini di modelle troppo magre.

Vogue Health Initiative è una campagna internazionale a cui partecipano una ventina di direttori delle edizioni internazionali di Vogue, che prende avvio da alcuni progetti già messi in piedi dal Consiglio degli Stilisti americano e dal British Fashion Council.

I direttori hanno stilato un manifesto in sei punti, al quale tutti coloro che hanno aderito dovranno fare fede, nell’intento di salvaguardare sia le modelle che prendono parte ai servizi fotografici, sia le giovani generazioni che si ispirano a loro nella creazione della propria immagine.

Il manifesto comprende anche specifici punti in cui i direttori si impegnano a non far lavorare modelle che abbiano un’età inferiore ai sedici anni o che non abbiano un aspetto di buona salute, invitando anche chi si occupa dei casting a fare lo stesso. L’impegno si estende anche alla sensibilizzazione delle giovani aspiranti modelle: verranno promossi dei programmi di ascolto e assistenza in cui le modelle più mature aiuteranno le più giovani ad affrontare il duro mondo della moda.