La Westboro Church è tornata a colpire e questa volta a essere presi di mira sono stati i Radiohead. Il gruppo fondamentalista religioso americano, dopo {#Lady Gaga} e Foo Fighters, ora se l’è infatti presa pesantemente nei confronti della band inglese.

La Westboro Church si è lanciata all’attacco dei Radiohead: un gruppo di membri della chiesa battista ha infatti organizzato una manifestazione di protesta contro il concerto che il gruppo di Oxford ha tenuto a Kansas City, come ha testimoniato una foto che il produttore della band Nigel Godrich ha postato tramite il suo account Twitter. Il producer ha accompagnato l’immagine descrivendolo in maniera ironica come il momento “highlight” dell’intero tour.

Galleria di immagini: Radiohead

Quali sono i motivi della protesta, non la prima per il gruppo religioso fondamentalista? Le ragioni, invero assai pretestuose, sono state postate sul loro sito web, in cui Thom Yorke e soci vengono descritti come:

«Strane scimmie con canzoni mediocri. Cerchi di convincere le persone a guardare al nonsense e non alla Collera di Dio che si cala su di loro. Guardate al circo di scimmie qui fuori e a quel soffice scenario, blah blah…»

Il gruppo della Westboro Church non c’è quindi andato giù leggero nei confronti dei Radiohead, che comunque sembrano averla presa sul ridere, almeno stando alle parole di Nigel Godrich su Twitter. Per la chiesa fondamentalista questo non è il primo attacco nei confronti di artisti musicali: lo scorso settembre avevano protestato contro uno show dei Foo Fighters, con la band che aveva dedicato loro una canzone scritta per l’occasione, “Keep It Clean”. Anche Lady Gaga si era dovuta scontrare contro i pregiudizi del gruppo religioso, che l’aveva attaccata perché portavoce dei diritti dei gay.

Fonte: NME