Bobby Brown è stato fermato e arrestato alla guida della sua auto e si sospetta che abbia assunto sostanze stupefacenti. È accaduto in queste ore e l’ex marito della compianta Whitney Houston è stato tradotto alla prigione di Van Nuys, a seguito di un controllo di polizia, durante il quale è stato trovato alla guida mentre parlava al cellulare senza l’uso di auricolare obbligatoria per legge.

Il sospetto di abuso di sostanze stupefacenti colpisce Bobby Brown, in quanto si crede che il dolore per la perdita di Whitney Houston, dalla quale era comunque era divorziato dal 2006, lo abbia portato lungo la strada tortuosa del vizio. In questo caso, sempre che Brown abbia assunto droghe, il vizio potrebbe essere motivato con l’alienazione del dolore.

Galleria di immagini: Whitney Houston

Leggi l'articolo     LEGGI: Whitney Houston, i motivi della morte    Leggi l'articolo

Bobby Brown finisce così nuovamente sotto l’occhio del ciclone, il suo nome associato ancora una volta a quello dell’ex compagna di vita defunta il mese scorso Whitney Houston.

Dopo le polemiche sulla presenza, l’assenza e il possibile bando dal funerale della cantante, Brown, qualora fosse davvero sotto effetto di sostanze stupefacenti, ha scelto il modo più sbagliato per cancellare il dolore della perdita.

Solo qualche giorno fa è giunto il referto incompleto sulla morte della Houston, che attesta che la cantate avrebbe assunto cocaina per poi affogare nella vasca da bagno. Non stupisca la reazione di Brown: anche se due persone hanno avuto una storia travagliata e un divorzio burrascoso, qualche traccia d’amore resta sempre nel cuore di ognuno.

Fonte: Hollywoodlife.