Whitney Houston, l’ultimo oltraggio per la cantante defunta? È quello che sostengono in molti, dopo la foto nella bara pubblicata dal National Enquirer. La rivista aveva già pubblicato altre immagini di esequie famose, come quelle di Elvis Presley e John Lennon, tuttavia con l’avvento del Web 2.0, attraverso il quale ognuno può esprimere la propria opinione, la reazione è stata decisamente forte.

Da un lato la pubblicazione dell’ultima foto di Whitney Houston potrebbe essere un fatto normale, secondo ad esempio la deontologia giornalistica italiana: la Houston era un personaggio pubblico e il cadavere non corrotto, per cui la sensibilità rispetto solo alla fotografia sarebbe giornalisticamente opinabile.

Galleria di immagini: Funerale Whitney Houston

Quello che non è opinabile è l’inaccettabile commento della rivista, che ha scritto dei gioielli indossati dalla Houston Whitney Houston, delle pantofole dorate e del suo vestito preferito, che ora porterà nell’aldilà. Forse solo quest’ultimo commento sembra essere dignitoso per il rispetto della defunta, perché esprime solo il fatto che la cantante abbia portato qualcosa di caro nella sua ultima dimora.

Il Daily Mail, nel commentare l’esclusiva dell’ultima foto di Whitney Houston, ha anche preferito pixelare l’immagine della cantante nella bara, definendo la scelta dell’immagine agghiacciante. I social network, Twitter in particolare, sono letteralmente esplosi, anche in virtù del fatto che le esequie della Houston erano private: per molti si tratta di un attacco alla privacy.

Ma d’altro canto esiste addirittura un sito, Celebrity Morgue, che pubblica le immagini da morte delle celebrità: particolarmente offensive appaiono quelle dell’attrice Marilyn Monroe, ritratta addirittura durante l’autopsia, e quelle dell’ex presidente americano John Kennedy.

Fonte: Mauxa, Daily Mail.