Un recente studio tedesco, condotto su migliaia di persone, ha individuato una formula che stabilisce il rischio di malattie legate al sovrappeso.

Si chiama Waist-to-Height-Ratio e, come suggerisce lo stesso nome, si misura dividendo la misura del girovita per l’altezza (entrambe espresse in cm). Per le donne al di sotto dei 40 anni questo valore non deve superare lo 0,5 mentre per le over 40 può arrivare fino a 0,6. Naturalmente piccole differenze non devono destare allarme ma all’aumentare del valore corrisponde ovviamente un rischio maggiore.

Questa misurazione si rivela un indicatore più preciso del Body-Mass-Index (BMI), perché correla direttamente il calcolo del rischio al grasso addominale, che incide notevolmente sull’insorgenza di malattie quali il diabete. A questo proposito è importante ricordare che il girovita non dovrebbe superare gli 88 cm nelle donne e i 102 cm negli uomini.