Julian Assange e la sua creatura Wikileaks sono diventati ormai una leggenda, tanto che il cinema si sta scatenando nella produzione di più film. Uno di questi vedrebbe Jeremy Renner, presto al cinema con The Bourne Legacy, nei panni dello svedese, e con Bill Condon a dirigere il film.

Galleria di immagini: The Bourne Legacy: still

Jeremy Renner sta scalando lentamente i piani dello star system di Hollywood. Dopo le nomination agli Oscar per The Hurt Locker e The Town, ora la sua fortuna potrebbe arrivare dal quarto capitolo di The Bourne Identity. Non stupisce quindi che voglia a tutti i costi interpretare Julian Assange nel film della Dreamworks su Wikileaks.

Per ora si sa soltanto che la Dreamworks ha comprato i diritti dei due libri su Assange, WikiLeaks: Inside Julian Assange’s War On Secrecy, di David Leigh e Luke Harding, e Inside WikiLeaks: My Time With Julian Assange At The World’s Most Dangerous Website, di Daniel Domscheit-Berg. E che la sceneggiatura è stata scritta da Josh Singer. Renner non ha ancora ottenuto la parte, ma per la produzione potrebbe essere una scelta azzeccata considerato il successo che di sicuro otterrà con The Bourne Legacy.

Mentre per quanto riguarda la regia, si fa sempre più insistente il nome di Bill Condon, noto soprattutto per aver diretto gli ultimi episodi della saga di Twilight, Breaking Dawn parte I e II. La storia di Assange che nel 2006 ha fondato Wikileaks, da cui sono trapelati innumerevoli documenti sulla guerra in Afghanistan, in Iraq e sui segreti delle ambasciate, ha ispirato tra l’altro un documentario, che uscirà nel 2013, e un terzo film scritto dallo sceneggiatore di The Hurt Locker Mark Boal.

Fonte: Deadline