L’impresa è compiuta. L’Italia ha vinto la World Cup di volley e la nazionale femminile nostrana si è aggiudicata per la seconda edizione consecutiva la coppa di categoria, grazie al 3-0 (25-6, 25-10, 25-17) netto ottenuto questa mattina contro il Kenya e al conseguente crollo degli Stati Uniti, sotto 2-0 in questi istanti contro il Giappone padrone di casa (la partita non si è ancora conclusa).

Le nostre azzurre possono infatti già festeggiare, perché anche se gli Stati Uniti riuscissero a rimontare e vincere al tie-break, l’Italvolley avrebbe un quoziente set superiore alle americane, cosa che basta per portare a casa per la seconda volta consecutiva la Coppa del Mondo di volley.

Quello di stamattina non era certo un impegno proibitivo. La formazione del Kenya, cenerentola di questa edizione, era un avversario più che abbordabile, cosa che ha permesso al coach Massimo Barbolini di schierare le giovani della panchina, le quali hanno comunque dimostrato di giocare con serietà e la stessa determinazione delle titolari.

Dopo una partenza a razzo (13-0 il parziale), le azzurre si sono limitate a portare a casa la partita senza rischiare mai clamorose sorprese. Chiusi primo e secondo set con un largo punteggio a favore, la nazionale nostrana ha tirato il fiato nell’ultimo parziale, dando comunque modo alle giocatrici più giovani di trarre beneficio da un’importante esperienza.

Il bello arriva però dopo, quando il Giappone si aggiudica a sorpresa il secondo set contro gli Stati Uniti (che ieri avevano battuto l’Italia mettendo quasi fine ai sogni mondiali) rendendo matematicamente l’Italia campione del mondo per la seconda volta. Un risultato inaspettato alla vigilia, ma meraviglioso: qualificazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012, coppa a casa e dieci vittorie su undici.

Aggiornamento: la partita tra Giappone e Stati Uniti si è appena conclusa 3-0 (29-27; 25-23; 25-18) per la formazione di casa, sancendo in maniera netta il trionfo azzurro.