Al Wta di Miami torna a giocare e a vincere la tennista russa Alisa Kleybanova. Un successo un suo dal sapore speciale, maturato dopo dieci mesi trascorsi a combattere con un avversario ben più cattivo e duro da battere, un tumore linfatico. Dopo la cura a Perugia arriva ora per lei la vittoria nel primo turno nel torneo statunitense, mentre oggi in campo ci sarà la minore delle due sorelle Williams, Venus.

Al Wta di Miami è intanto una giornata molto speciale per Alisa Kleybanova, quasi incerta nel suo tornare a quel tennis da cui mancava ormai da poco meno di un anno. Per lei una sfida oltre quella con l’avversaria di turno, la svedese Johanna Larsson, battuta per 2-6 6-3 6-2:

«Mi sentivo un po’ spaesata – ha detto la Kleybanova – all’inizio del primo set, poi mi sono sforzata di stare tranquilla perché sarebbe stato naturale ritrovare il feeling man mano che passava il tempo. Ora guardo le mie partite in modo diverso. Volevo assaporare ogni punto e ogni momento di questa nuova avventura».

Nel secondo turno la Kleybanova troverà ad attenderla la connazionale Maria Kirilenko. Rientra dopo uno stop forzato anche Venus Williams, al debutto stagionale. L’americana ha di recente scoperto di soffrire di una patologia autoimmune, la sindrome di Sjogren, il che l’ha portata alla lunga assenza dai campi e a un forzato cambio di regime alimentare. Appuntamento per lei oggi al centrale opposta alla giapponese Kimiko Date, 41 enne.

Alberta Brianti e Andreas Seppi saranno i due italiani impegnati oggi a Miami, rispettivamente contro l’ungherese Melinda Czink e lo spagnolo Roberto Bautista-Agut. Domani sarà invece la volta delle quattro grandi del nostro tennis, con i match di Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, Roberta Vinci e Sara Errani.