Non è arrivata nessuna sorpresa dalla prima giornata del torneo WTA di Palermo, che ha visto chiudersi la prima tornata di incontri con molte conferme e tutto secondo i pronostici, comprese le prestazioni delle tenniste azzurre scese in campo in quello che rimane l’ultimo torneo 250 che si gioca in Italia.

Nel caldo torrido e afoso che avvolge in questi giorni il capoluogo siciliano, a passare il turno sono state la numero 1 del seeding, la brindisina Flavia Pennetta, che ha superato con il punteggio di 6-4 6-1 Anastasia Grymalska, e Alberta Brianti, che ha battuto con un netto 6-1 6-0 la wild card Silvia Albano, giovane promessa del tennis nostrano su cui la FIT sembra voler puntare molto per il prossimo futuro.

A passare il turno è stata anche Karin Knapp, la giovane altoatesina che ha raggiunto il tabellone principale passando per le qualificazioni è riuscita ad avere la meglio dopo un match molto equilibrato sulla serba Mircic, battuta con il risultato di 6-1 3-6 7-6.

E intanto, sono attesi per la giornata di oggi i debutti delle altre italiane compreso quello di Roberta Vinci, reduce dal successo al torneo di Budapest, dove ha battuto in finale la romena Irina Begu in 2 ore e 8 minuti di gioco, per un match chiuso sul punteggio di 6-4 1-6 6-4. Commentando la sua vittoria prima di scendere in campo a Palermo, l’azzurra ha spiegato:

“Non sapevo di aver stabilito un record, l’ho letto sui giornali, così come non sapevo di essere stata la prima italiana ad aver vinto un titolo sull’erba come mi è capitato a metà giugno in Olanda. Sto attraversando un periodo di grande forma e intendo sfruttare questo momento esaltante della mia carriera il più a lungo possibile, fino a che non dovrò fermarmi per recuperare le forze. Mi aspetto il sostengo e il calore del pubblico di Palermo e sono felice di tornare a giocare questo torneo in una città che sento un po’ mia dove vivo e mi alleno anche se solo per pochi mesi all’anno”.

Debutteranno oggi in Sicilia anche Sara Errani contro Kulikova, Maria Elena Camerin contro Begu, la fresca avversaria di Roberta Vinci in finale a Budapest, e Corinna Dentoni, che dovrà giocare contro la cinese Han.