Durante la scorsa puntata di X-Factor, il giudice Enrico Ruggeri ha dovuto rinunciare agli Effetto Doppler: il gruppo vocale, che la settimana scorsa aveva superato lo scontro finale contro i Borghi Bros, è stato eliminato al ballottaggio con Manuela Zanier.

L’esibizione di Manuela non è stata certo delle migliori e molto probabilmente gli Effetto Doppler non meritavano di uscire: a detta di tutti i giudici, i tre ragazzi erano nettamente migliorati rispetto alle scorse puntate del talent show.

A ogni modo, secondo Enrico Ruggeri le decisioni di Mara Maionchi e Anna Tatangelo sono state “affrettate”. Sul suo blog personale, Ruggeri rivela che il presentatore Francesco Facchinetti e gli autori del programma avrebbero chiesto ai giudici di decidere velocemente sul destino dei concorrenti in ballottaggio:

Il meccanismo finale è stato molto simile al gioco delle “tre tavolette”. Abbiamo assistito a un frettoloso teatrino: incalzati dal presentatore, tra urla di autori “venti secondi! Dobbiamo chiudere!”, i giudici sono stati chiamati a emettere un verdetto che non contemplava una situazione di parità. Il quarto votante, Anna, si è trovato costretto a ribadire il giudizio del terzo, Mara. Ne hanno fatto le spese tre ragazzi che hanno visto terminare il loro sogno e i loro progetti che, grazie al lavoro di tutti noi, stavano venendo alla luce.

L’eliminazione degli Effetto Doppler sarebbe quindi da imputare ai meccanismi televisivi del talent show. Inoltre, il giudice della categoria “Gruppi Vocali” non ha perso occasione per contestare il comportamento del suo collega Elio:

Elio, anche in un momento così drammatico per i ragazzi, non ha perso l’occasione per offenderli.

Ma a questo punto viene da chiedersi se conta di più il talento dei concorrenti o il giudice a cui fanno capo: prima è stata la squadra di Anna Tatangelo a essere decimata e ora è il turno della categoria di Enrico Ruggeri. Sembra quasi che Mara Maionchi ed Elio siano immuni al meccanismo del televoto. Che sia davvero così?