A pochi giorni dall’eliminazione di Stefano Filipponi, il sensei Enrico Ruggeri ha deciso di aprirsi e spiegare a tutti cosa pensa sull’ultimo concorrente escluso dal programma. Dopo aver lasciato sfogare la sua rabbia nei confronti di chi l’accusava di essere ingiusto, l’interprete di “Contessa” ha deciso di condividere pubblicamente i suoi pensieri attraverso Internet.

Per i fan di Stefano, Ruggeri rappresenta il carnefice della situazione, ovvero colui che ha sempre detto ciò che pensava: il giovane non era adatto per un talent show del calibro di X-Factor.

Ciò che ha davvero fatto innervosire Enrico Ruggeri sono stati i commenti degli ex-giudici del programma, che durante la scorsa puntata sono stati ospiti del presentatore Francesco Facchinetti:

Ho aspettato qualche giorno: in certi casi è meglio lasciar decantare le situazioni e non agire d’impulso. Ciò che a caldo mi sembrava così ingiusto, arrogante e dileggiatorio si è rivelato per quello che era: da una parte quattro persone, i giudici coinvolti, accorati e comunque onesti intellettualmente. Al loro fianco persone che, forti della loro estraneità, hanno cercato di delegittimarli, facendo del ca**eggio la loro cifra stilistica. Quello che dicevano non aveva lo scopo di portare un contributo: era solo una maldestra esposizione del loro traballante ego.

La serata non è finita nel migliore dei modi, secondo Ruggeri: quando Stefano è stato eliminato, tutti hanno reagito con le lacrime agli occhi e con il dolore nel cuore. Il giudice della categoria “Gruppi Vocali” considera tutto questo una “inutile ostentazione di beceri sentimentalismi“:

Stefano Filipponi non meritava quel teatrino. È un ragazzo intelligente, si sta laureando, è molto simpatico e tutti rimpiangono le sue battute. Ha solo un problema: gestire la propria emotività. Per ora, secondo me, questo lo penalizza in maniera troppo evidente.

Anche se la maggior parte delle persone crede che Ruggeri ce l’abbia a morte con Stefano, il cantante smentisce e fa sapere di aver avuto un buon rapporto con il concorrente eliminato. Il vero problema è stato lo sfruttamento di Stefano per tenere alti gli ascolti del programma:

Stefano sa come la penso, ne abbiamo parlato anche a telecamere spente e abbiamo avuto un rapporto di grande franchezza. È stato esposto in un modo che non meritava, strumentalizzato per pregressi rancori personali nei miei confronti, usato e trattato da “caso umano” da persone che neanche lo conoscevano. X-Factor dà la possibilità di conoscere, in maniera approfondita, nuovi talenti: a volte andrebbe trattato con più attenzione, senza imboccare strade da facili ascolti.