Ci siamo, è tutto pronto per la grande finale di “X-Factor 4“: i tre finalisti sono l’eccentrico Nevruz Joku, il giovanissimo Davide Mogavero e la cantautrice Nathalie Giannitrapani. Ma chi di loro trionferà in questa edizione? Il vincitore scelto dal pubblico come successore di Marco Mengoni, approdato dopo la vittoria del talent-show sul palco dell’Ariston di Sanremo e fresco vincitore agli MTV Awards del Best European Act, sarà deciso solo questa sera dal televoto, ma a poche ore dalla finale abbiamo cercato di capire chi ha maggiori chance di vittoria.

Chi gode quindi del favore dei pronostici? Il favorito per i bookmaker è Davide. La sua vittoria è data a 1.6, grazie a una voce e un’immagine pulite che lo rendono il candidato ideale come nuovo idolo delle teenager, una sorta di risposta italiana a Justin Bieber. Insomma, il pupillo di Mara Maionchi sembra già quello più pronto di tutti per passare in radio e sulle TV musicali.

L’alternativa a Davide sembra essere Nevruz, il vero personaggio di questa edizione di “X-Factor”, quello che più ha fatto discutere e dividere con il suo carattere e il suo look e anche quello che sembra poter avere le maggiori possibilità di ritagliarsi un suo personale spazio all’interno della scena musicale italiana. Per i bookmaker è però il meno favorito, visto che la sua vittoria è pagata 4.

L’altra outsider è Nathalie, quella che parte più in sordina e con meno caratteristiche da “personaggio”, però le sue quotazioni sono aumentate puntata dopo puntata, raggiungendo un picco nella semifinale con la sua versione di “Blue” di Joni Mitchell, e potrebbe rivelarsi quindi come la grande sorpresa di questa sera. I bookmaker danno la sua vittoria a 3.5.

Stasera quindi scopriremo finalmente il nome del vincitore del contratto discografico da 300.000 euro, il momento più atteso di una serata che nel frattempo ci regalerà uno stuolo di ospiti davvero di serie A: Aldo, Giovanni e Giacomo, Elisa, Skunk Anansie, Tiromancino, Francesco Renga e il ritorno italiano dei Take That con Robbie Williams in formazione.