Prima o poi doveva succedere: sembra che la Rai stia per mettere un punto fermo alle prossime edizioni di X-Factor e L’Isola dei Famosi. Durante il loro esordio, programmi del genere hanno lanciato una vera e propria moda di “fare televisione”, ma sembra che tutto questo abbia un costo troppo elevato per l’azienda pubblica.

A parlare è Massimo Liofredi: secondo il direttore di Rai Due, la quinta edizione del talent show X-Factor sarebbe troppo costosa e rappresenterebbe un vero e proprio salasso per le casse dell’emittente pubblica. Con un budget ridotto, si riuscirebbe anche a produrre di meglio e purtroppo, in periodi di crisi, sono tassativamente vietati gli sprechi.

Qualche tempo fa era già in forse la nona edizione dell’Isola dei Famosi, e nonostante l’ottava cominci solo a febbraio, anche il reality di Simona Ventura rischia la cancellazione.

Non è escluso che ci sia un’alternativa ai due programmi: portafoglio alla mano, sarebbe addirittura possibile che le trasmissioni vengano rimpiazzate con altre simili e a basso costo. Insomma, la televisione rappresenta in grande un piccolo mercato, dove una casalinga accorta può ottenere lo stesso prodotto eliminando gli eccessi: magari usando uno studio più piccolo, riducendo i montepremi o con altri piccoli accorgimenti.

Ai programmi di approfondimento politico, come ad esempio Annozero, Liofredi è disposto ad assicurare il budget purché ci sia l’impegno a mantenere gli ottimi risultati a livello di ascolti. Polemiche e sospensione a parte, pare che la conduzione di Michele Santoro si stata eccellente in questa stagione della sua trasmissione: per questo motivo, il giornalista ha meritato la conferma per l’anno venturo.

Rivediamo, nel frattempo, Nathalie Giannitrapani, forse l’ultima vincitrice della saga X-Factor.