Daniele Coletta è stato eliminato da X-Factor 6 la scorsa settimana, ma gli strascichi della sua esibizione stanno andando avanti. Non che sia stata una brutta esibizione quella dell’inedito di Daniele, anche se probabilmente il pubblico non l’ha ritenuto all’altezza degli altri, tanto da fargli concludere la sua esperienza nel talent show.

=>Leggi dell’eliminazione di Daniele Coletta

Galleria di immagini: X-Factor 6, Daniele Coletta in immagini

Tuttavia, subito dopo l’eliminazione di Daniele Coletta a X-Factor 6, sono spuntate in rete molte accuse, dai commenti su YouTube ai social network, che affermano che l’inedito assegnato al concorrente, Un Giorno In Più, in realtà non fosse proprio un inedito, ma un pezzo di Gavin De Graw tradotto in italiano.

Ascoltando Dreams, il pezzo di De Graw non sembra esattamente che l’inedito di Daniele Coletta sia una traduzione. Il pezzo è bello e suggestivo, ma suona più come uno di quei calchi molto diffusi in passato, ossia quelle canzoni che avevano la stessa musica dell’originale, ma un testo diverso.

La musica italiana vanta molti esempi il tal senso, come Eleonore che diventò Scende la Pioggia, Paint It Black che diventò Tutto Nero o, in tempi più recenti, anche It’s the End Of the World As We Know It che diventò A Che Ora È la Fine Del Mondo. Ma se si trattava di un calco, perché Simona Ventura non l’ha specificato? Credeva forse di condannare il suo protetto se l’avesse fatto? Eppure molti hanno percepito che De Graw avesse scritto il brano esclusivo per Daniele: perché non specificare un dettaglio così importante da gettare una luce diversa sull’intero talent?