Litigioso, bizzarro, controverso. Se Nevruz Joku fosse una definizione sul dizionario, probabilmente riporterebbe questa accezione. Il concorrente di X-Factor è risultato essere una novità assoluta: nessuno tra gli ex partecipanti, infatti, aveva mai avuto un simile approccio al talent di Rai 2, un’anima rock che viene fuori persino quando si ritrova a cantare “Noi ragazzi di oggi”.

Nevruz ha esplorato in queste settimane un repertorio che il suo giudice, Elio, aveva scelto per lui. Tranne in un caso, “Gianna” di Rino Gaetano, stravotata dal pubblico per essere cantata dal loro beniamino. I nevruziani, è stato provato, sono dappertutto.

Al provino si era presentato in una maniera assolutamente inedita. Un abbigliamento grunge, e le stampelle (perché ? diceva ? si era infortunato dopo un’esibizione particolarmente movimentata) decorate con delle maschere di teschi. Il primo impatto con i giudici è stato assolutamente brutale, specialmente per Anna Tatangelo che non ne ha mai condiviso la portata rivoluzionaria.

Nevruz è talmente sopra le righe, che riesce meglio quando canta canzoni che non sono parte del suo gusto personale, come “Smells like teen spirits” dei Nirvana. Anche se ha emozionato grandemente nell’esibizione di “Home” dei Depeche Mode, accompagnato al piano dall’ex giudice Morgan.

Corre per il palco senza sbagliare una nota, spesso indossa i propri vestiti per cantare e non quelli scelti dai costumisti e dai giudici e decide di sabotare una canzone, ma non fa altro che coverizzarla con il suo personalissimo stile, decostruendola e rendendola qualcosa di nuovo e incredibilmente rock. A molti però continua a non piacere: riuscirà a spuntarla stasera? Per molto tempo si è detto perfino che la popolarità di Elio inficiava su di lui il giudizio del pubblico.