Nuove critiche investono uno dei concorrenti di X-Factor, Stefano Filipponi, accusato troppo spesso di non essere all’altezza della trasmissione, ma piuttosto di trovarsi lì perché la sua balbuzie impietosisce il pubblico.

Sarà vero? C’è chi lo crede arrivando a paragonare X-Factor a “Ti lascio una canzone“, sempre un talent show musicale, ma con un target d’età decisamente inferiore. Come le due trasmissioni si somiglierebbero?

La risposta viene dal cantante Daniel Vit, che in un’intervista a MondoReality ha dichiarato:

Il timido Stefano non ha le carte per sfondare nel mondo dello spettacolo e la Maionchi non capisce che non è emozionante vederlo, ma che questo ragazzo impietosisce il pubblico. Non riesco a capire cosa può dare in più alla musica italiana questo ragazzo, penso solamente che i giochini televisivi debbano finire e debba iniziare a vincere il professionismo, altrimenti tra qualche anno ci troveremo davanti tutti prodotti discografici senza senso. Stefano, a mio parere, non emoziona: è come ascoltare un bambino che si improvvisa cantante, anzi ci sono bambini in altri programmi che se lo mangiano Stefano. E vediamo quanto ancora dovremmo penare per vedere questo ragazzo poco talentuoso fuori dal programma.

In effetti, molto spesso i giudici non sono convinti dall’esibizione di Stefano. Vero è pure che, a questo punto del programma, la sua balbuzie dovrebbe essere passata ampiamente in secondo piano. Il pubblico però continua a premiarlo: solo pietà o un diffuso senso di emozione?

L’impatto che Stefano da a casa è sicuramente quello di un ragazzo con una timidezza cronica, che però sul palcoscenico si trasforma. Di solito Mara Maionchi ha un ottimo fiuto per il prodotto discografico di successo, e chissà se Stefano non emergerà sulla lunga distanza.