I ritmi esponenziali con cui la tecnologia entra nel quotidiano sono ormai un dato di fatto. Sono tanti gli oggetti che ci si aspetterebbe di trovare sotto forma di prototipo in qualche fiera, per poi scoprire invece che sono già disponibili in commercio. L’intrattenimento è uno dei campi in cui è più facile osservare questo fenomeno. Tralasciando le console di ultima generazione e i molteplici accessori per queste ultime, sono i giochi più tradizionali, rivisitati in chiave HiTech, a destare maggior stupore.

X10 Ten Player Automated Table è un classico tavolo da gioco, con tanto di panno verde virtuale, che promette di riunire intorno a sé fino a dieci giocatori, in coinvolgenti sfide a Texas Hold’em e Blackjack. La virtualizzazione inizia proprio dal mazzo di carte, che fisicamente non c’è.

Un pannello touchscreen da ben 27″ posto al centro del tavolo funge da croupier e, nel caso del poker texano, da piano di gioco su cui si andranno a posizionare le carte in comune, scoperte.

Ogni giocatore dispone di un piccolo modulo, sempre sensibile al tocco, con un display da 12,1 pollici su cui verranno visualizzate le proprie carte a grandezza naturale. Il risultato è quello di avere davanti a sé due carte coperte, così come avviene nella realtà.

È sufficiente sfiorare il dorso con le dita per far sì che la carta si sollevi rivelando l’altro lato. Come accade ai comuni tavoli da gioco, quindi, sarà il giocatore a dover stare attento a non rivelare il punto che ha in mano agli avversari, facendosi scudo con le mani mentre si esegue la “lettura”.

Sul pannello personale saranno anche visibili le fiches in possesso e l’interfaccia di gioco, con i tasti corrispondenti alle varie azioni disponibili nella partita (puntate, rilanci, ecc.).

Attualmente X10 Ten Player Automated Table viene venduto con il Poker texano e il Blackjack precaricati, ma non è da escludere che in futuro la gamma di giochi disponibili si ampli. Il tavolo è venduto da Play Hard Gaming, Inc. ad un prezzo di 29950 dollari.