Ogni anno con il riprendere delle lezioni scolastiche, torna alla ribalta il problema degli zaini pesanti. Libri, quaderni, astucci arrivano a far pesare il carico portato dagli studenti tra il 20 e il 30 per cento in più rispetto al proprio peso corporeo: da non sottovalutare in quanto potrebbe provocare danni alla struttura corporea e muscolare.

Portare tutti i giorni uno zaino troppo pesante può provocare dolori alla schiena, al collo e alle spalle, dovuti appunto alle posture scorrette e prolungate che i bambini sono costretti ad assumere per sopportare i macigni che si portano dietro.

Sono cinque su dieci i bambini tra i 6 e i 10 anni che soffrono di lombalgia, un numero che è il doppio di quello dei loro genitori quando avevano la stessa età. Anche se il peso dello zainetto pare non influisca direttamente sulle malattie croniche della colonna vertebrale tra cui la scoliosi, tuttavia un carico eccessivo provoca comunque altri disagi come atteggiamenti posturali scorretti che poi richiedono di essere curati.

I consigli

  • Lo zaino va scelto di dimensioni adeguate al bambino e di forma regolare, in modo che ci sia una corretta distribuzione del carico.
  • Sono da preferire i modelli con lo schienale rinforzato, che permette di distribuire in modo equilibrato il peso sulla schiena. Meglio ancora se lo schienale è imbottito, così da attutire i colpi, quando ad esempio il giovane studente corre o saltella con lo zaino pieno di libri in spalla.
  • Quelli dotati di cintura addominale fanno sì che lo zaino aderisca bene al dorso.
  • Per evitare i dolori alle spalle, le bretelle devono essere larghe e imbottite.
  • Gli zaini dovrebbero pesare il 10-15% del peso corporeo dello studente così da essere trasportati senza nessun problema.
  • È bene verificare il peso dello zaino vuoto.
  • I modelli estensibili, che hanno un’apertura a soffietto sui lati, sono più spaziosi, ma danno anche uno sbilanciamento all’indietro maggiore.
  • I modelli dotati di ruote sono piuttosto pesanti anche vuoti (arrivano ai 2 kg) e quindi, anche solo con l’astuccio (quello completo con 3 zip per i più piccoli può pesare oltre mezzo chilo) e il diario (cica 400 grammi), si rischia di superare il peso limite, soprattutto per i più piccoli.
  • Gli oggetti vanno distribuiti in modo simmetrico tra i diversi scomparti: le cose più pesanti, come libri e dizionari, vanno posti in senso verticale vicino alla schiena, affinché lo zainetto non sia sbilanciato all’indietro.
  • Le bretelle vanno regolate in modo che siano di pari lunghezza, per far sì che il peso sia equamente distribuito su entrambe le spalle, quindi vanno strette per evitare che lo zainetto scenda sotto la vita.
  • La cintura addominale va allacciata per avvicinare il carico alla schiena.
  • Mai portare lo zaino su una spalla sola.