Non tardano ad arrivare le risposte all’intervista di Vanessa Incontrada a Vanity Fair sul suo rapporto di lavoro con Zelig. La Incontrada aveva detto che durante la gravidanza era stata presa in giro per il suo peso dai colleghi maschi, ma anche le donne pare non avessero lesinato frecciatine, facendole pesare il suo ruolo di madre.

Galleria di immagini: Vanessa Incontrada

Michele Mozzati del duo Gino & Michele ha respinto con forza queste accuse, ribadendo una posizione che era stata espressa in questi giorni anche dalla nuova conduttrice Paola Cortellesi, e cioè che Zelig è un posto di lavoro ideale:

“Escludo in modo assoluto che ci siano state pressioni sia sulla maternità, sia sul peso di Vanessa. Chi è con noi da tanti anni sa come lavoriamo. Forse c’è una sensibilità particolare di Vanessa rispetto a Zelig, che si riflette nelle interviste in un’immagine del programma molto lontana dalla realtà.”

L’ipotesi che la Incontrada abbia sviluppato in questo periodo una sensibilità particolare viene ribadita anche da Teresa Mannino:

“A Zelig non ho mai visto maschilismo. Anzi, noi donne siamo spesso coccolate perché poche e più esposte. Credo che Vanessa abbia sviluppato una sensibilità maggiore. La stampa l’ha attaccata per il peso. Forse, pur essendo una brava attrice è fondamentalmente una bella donna e sente di più il problema.”

Anche Valeria del duo Katia e Valeria ha spiegato che la sua gravidanza non è mai stata vissuta come un peso dai suoi colleghi di Zelig, che non le hanno fatto battute o hanno fatto vivere quel periodo come un brutto ricordo. Ma se in generale la TV, come la si vede dall’esterno è sì molto maschilista, dall’interno sarà altrimenti?