Halloween è alle porte e sicuramente una dei grandi protagonisti della notte dei mostri è la zucca; questo ortaggio da intagliare per creare spaventose lanterne è anche molto gustoso da mangiare e soprattutto nutriente, indicato per una dieta dimagrante.

La zucca è quindi un alimento versatile dove sbizzarrirsi con la fantasia è d’obbligo e infatti la si può cucinare in mille e più modi; Luca Piretta, uno dei dietologi della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, ha tracciato un vero identikit della zucca con tutti i suoi benefici e proprietà. Cos’è quindi che rende indicato quest’ortaggio per una dieta dimagrante?

Innanzitutto la zucca è ricca di carotenoidi i quali sono utili per proteggere dai raggi solari; i carotenoidi quando vengono assimilati dal corpo umano si convertono in vitamina A la quale fa bene alla vista, soprattutto quella notturna, previene l’invecchiamento, da man forte alle difese immunitarie e, in caso di gravidanza, contribuisce alla formazione e allo sviluppo del feto.

Oltre ai benefici sopra elencati, questo ortaggio è anche poco calorico (18 kcal in 100gr) e aiuta a contrastare la ritenzione idrica poiché è ricco d’acqua e contiene poco sale e ciò è molto indicato per chi soffre di ipertensione; proprio per questa sua particolarità del contenere molta acqua si accompagna perfettamente a cibi salati come il provolone o il prosciutto crudo.

La zucca ha solitamente un sapore dolciastro e questo spinge chi la mangia a chiedersi quanti zuccheri contenga, niente paura però poiché si tratta di zuccheri semplici e non essendo presenti nella zucca altri elementi più saporiti la dolcezza si avverte con facilità anche se la quantità di zuccheri è piccolissima.

Un altro beneficio di questo ortaggio è sicuramente contenuto nei suoi semi che sono ricchi di fitosteroli, elementi somiglianti al colesterolo ma che non nuocciono all’organismo e quindi, assimilandoli, si ritrovano a contrastare ed equilibrare il colesterolo limitandone gli effetti. Nei semi è contenuta anche la vitamina E che, seppur in piccole quantità, svolge un ruolo antiossidante.

Ultimo, ma non meno importante, la zucca è ricca di fibre le quali sono estremamente utili soprattutto per chi soffre di stitichezza e aiutano a ristabilire l’equilibrio molto delicato della flora intestinale. Un’altra domanda che spesso viene posta è se la zucca, cuocendosi, perde le sue proprietà e la risposta è no, questo ortaggio seppur cotto non perde nessun valore nutrizionale e quindi via libera con la fantasia per piatti gustosi e nutrienti, ideali per una dieta dimagrante efficace.

Fonte: MelaRossa.it.