AccostareBella ciao” e “Giovinezza” sul palco dell’Ariston ha destato molti dubbi. La decisione di cantare le due canzoni nel prossimo Festival di Sanremo, che sarà condotto da Gianni Morandi, è venuta come omaggio alle celebrazioni per l’anniversario dell’Unità d’Italia.

Ma l’accostamento a qualcuno è sembrato irriguardoso, soprattutto in virtù del fatto che “Giovinezza” rappresenta un canto fascista, al di là delle sue origini decisamente differenti, e in Italia abbiamo un reato chiamato apologia di fascismo.

A scagliarsi contro questa scelta quanto meno bizzarra è stato il segretario del Partito dei Comunisti Italiani Oliviero Diliberto, che