Adam Levine ha conquistato il pubblico del Super Bowl 2019 con la sua performance a torso nudo: i Maroon 5 e Travis Scott sono stati gli artisti principali della performance dell’half time, tra critiche, polemiche e proteste.

Quello che ogni anno è il momento musicale più atteso sulla tv americana, questa volta si è rivelato un flop a livello di ascolti e partecipazione, e il match di football stesso ha ottenuto meno ascolti degli anni precedenti.

Adam Levine a torso nudo durante la performance
Adam Levine al Super Bowl 2019 (foto Getty Images)

Artisti come Rihanna e Cardi B hanno infatti rifiutato di esibirsi. La scelta finale è ricaduta sui Maroon 5 di Adam Levine che, nonostante il successo in classifica, non hanno convinto il pubblico televisivo.

Perché tutti questi rifiuti? Molti artisti, specie afro americani, hanno deciso di non partecipare, unendosi alla protesta di Colin Kaepernick, ex quarterback della NFL.

L’atleta aveva rifiutato di cantare l’inno nazionale a fine partita per protestare contro la brutalità della polizia contro le minoranze etniche, con conseguente allontanamento dalla NFL.

Adam Levine e la sua band, pur citando Kaepernick, sono saliti ugualmente sul palco. Hanno portato un messaggio di pace e d’amore, lanciando in aria centinaia di lanterne con su scritte parole come “amore“, “pace” e “tolleranza“.

I Maroon 5 hanno lanciato delle lanterne
Le lanterne durante il Super Bowl (foto Getty Images)

Adam Levine dopo il Super Bowl ha ringraziato fan e non su Instagram, dicendo che l’importante era far passare un messaggio forte di tollerenza e fratellanza attraverso il gesto simbolico delle fiaccole.

A detta di tanti lo show è apparso molto sottotono rispetto agli scorsi anni (Madonna, Beyoncé e Lady Gaga sono solo alcuni dei nomi del passato). Il momento principale che ha fatto infiammare il pubblico è stato quando Adam Levine è rimasto a torso nudo a metà performance.

Adam Levine durante la performance
Adam Levine al Super Bowl 2019 (foto Getty Images)

Sono seguiti un (confusionario) tributo al creatore di Spongebob, Stephen Hillenburg, scomparso lo scorso novembre, e la performance del rapper Travis Scott.

Uno show che non ha convinto, nonostante la carica e l’energia di Adam Levine e la sua band.

Il match sportivo, ripreso dopo la performance, ha visto i New England Patriots trionfare sui Los Angeles Rams per 13-3.