L’adolescente di Michelangelo a Roma da Fondazione Alda Fendi

Rhinocheros, gli spazi sede della Fondazione, ospitano fino al 10 marzo 2019 la statua, per la prima volta in mostra nella Capitale.

Moda

Storia

Gli spazi espositivi di Rhinocheros, sede della Fondazione Alda Fendi, ospitano la statua de L’Adolescente di Michelangelo per la prima volta in mostra a Roma. L’opera, proveniente dal Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, resterà esposta fino al 10 marzo 2019. L’ingresso alla mostra (tutti i giorni dalle 10 alle 19) è gratuito ma, fino al 23 dicembre, saranno organizzate su prenotazione per evitare lunghe file e attese.

Alda Fendi, che ha inaugurato la mostra con il taglio del nastro avvenuto con Sergej Androsov, Capo del Dipartimento Arti Figurative Occidentali, ha dichiarato: “È stato sempre un sogno, il mio sogno, entrare in questo sogno“.

Il progetto fa parte di un programma più ampio che comprende una collaborazione culturale di tre anni con l’Ermitage di San Pietroburgo durante la quale continueranno i prestiti dei capolavori che saranno affiancati all’istituzione di borse di soggiorno e studio.

Alda Fendi al taglio del nastro della mostra de L’adolescente di Michelangelo a Roma presso la Fondazione Alda Fendi (Getty Images)

L’Adolescente, attribuita a Michelangelo Buonarroti dalla maggioranza degli storici dell’arte, risplende grazie alle luci studiate e ideate dai premi Oscar Vittorio e Francesca Storaro: un candelabro a nove braccia con candele aventi luci led. Questa ideazione luministica garantisce l’integrità dell’opera (perché non la sottopongono al rischio di fiamme e calore) e ripropone cromaticamente la stessa illuminazione in cui appariva in epoca michelangiolesca.

L’Adolescente di Michelangelo è una scultura di piccole dimensioni che raffigura un giovane uomo, dal fisico atletico e la capigliatura movimentata, mentre è accovacciato e con il volto rivolto verso il basso. Come altre sculture del Buonarroti appartiene alla serie di opere “non finite”: il volto è appena accennato, manca la levigatura e la rifinitura ma, come spesso accade nelle opere di Mechelangelo, riescono a trasparire sia la forza muscolare sia l’energia vitale.

L'adolescente di Michelangelo a Roma da Fondazione Alda Fendi fino al 10 marzo 2019
L’adolescente di Michelangelo in mostra a Roma presso la Fondazione Alda Fendi (Getty Images)

L’opera, datata tra il 1524 e il 1530 a seconda delle attribuzioni, fu acquistata da Caterina II nel 1787 presso la collezione di Lyde Browne. Successivamente raggiunse San Pietroburgo e il Castello Michajovskij prima di arrivare, nel 1851, nel museo dell’Ermitage.

L’adolescente di Michelangelo in mostra a Roma presso la Fondazione Alda Fendi (Getty Images)