Amal Clooney ha ritirato il premio Global Citizen of the Year Award a New York per il suo attivismo e impegno in politica accompagnata dal marito George, in uno splendido abito da sera di J.Mendel.

Amal, da sempre in prima linea per i diritti umanitari, come avvocatessa delle Nazioni Uniti, è arrivata alla cerimonia sotto braccio con il padre di George Clooney, Nick, mentre il marito è arrivato in compagnia della madre, Nina. La coppia, tra i possibili padrini del figlio di Meghan Markle e del Principe Harry, ha dato una splendida immagine della famiglia, il quadro di una realtà molto unita già dipinto dal cugino di George, Ben Breslin, che aveva diffuso attraverso il magazine NowToLove l’indiscrezione su George e Amal padrino e madrina del Royal Baby.

Amal Clooney, premiata già in diverse manifestazioni durante il 2018 per il suo attivismo sociale e politico, ha ritirato il riconoscimento indossando un abito in due tonalità, bianco e blu navy, disegnato da J. Mendel, in seta con spalline sottili e volant a strati sul corpetto. L’abito è disponibile sul sito Bergdorf Goodman per circa 5.700 euro.

Durante il suo discorso, la moglie di George Clooney ha trattato temi caldi, come il comportamento di Donald Trump, il mal governo degli Stati Uniti e la repressione dell’opposizione politica nell’anno in corso.

La coppia è apparsa felice e affiatata come sempre, nonostante si faccia vedere in pubblico sempre più di rado, in modo da consolidare la propria privacy, anche per il bene dei loro figli gemelli, Ella e Alexander, che impegnano ogni loro momento libero, tanto da portare il bel George a autodefinirsi un “mammo.