Amici, amanti e…: recensione

Il premio Oscar Natalie Portman e l'affascinante Ashton Kutcher sono i protagonisti della nuova commedia romantica diretta da Ivan Reitman: "Amici, amanti e..."

Arriva domani nei cinema italiani la commedia romanticaAmici, amanti e…” (“No strings attached”) con il premio Oscar Natalie Portman e Ashton Kutcher. Tratto da una storia di Mike Simonek, e sceneggiato da Elizabeth Meriwether, il film è diretto da Ivan Reitman (“Animal House”, “Ghostbusters”).

Adam (Ashton Kutcher) è un aspirante scenografo, che vive sotto l’ombra del successo di un padre (Kevin Kline) egocentrico e narcisista che gli ruba le fidanzate. Emma (Natalie Portman) è un’infermiera schiva allergica ai rapporti sentimentali convenzionali. Emma e Adam s’incontrano per la prima volta ad un campeggio estivo quando sono adolescenti. Poi si rincontrano prima ai tempi del college e poi da adulti. Quando scoppia la scintilla, Emma vuole solo un’amicizia di sesso da Adam, mentre lui è perdutamente innamorato di lei. Emma non vuole però soffrire e cerca di tenerlo lontano, ma il destino ha altri piani per loro.

“Amici, amanti e…” è una commedia sentimentale romantica che, a differenza delle solite opere del genere, stravolge tutte le prospettive. Il tocco femminile della sceneggiatrice, infatti, si evince in ogni fotogramma: non è il protagonista maschile ad essere il solito dongiovanni che non vuole legami, bensì è la sua controparte femminile. Un po’ alla “Harry ti presento Sally“, la prima parte della pellicola s’incentra sui diversi incontri-scontri casuali dei due protagonisti, per poi spiegare nella seconda parte i motivi della reticenza di Emma nell’intrattenere rapporti sentimentali con gli uomini. Ben articolato e frizzante, infarcito di gag divertenti, lo sviluppo narrativo scorre veloce e in modo brioso. Il regista riesce così a confezionare una commedia leggera, divertente e romantica, che non scade mai nel déjà vu o nella noia.

La stessa relazione di sesso tra i protagonisti diventa così un pretesto, e non un luogo comune per scaturire battute facili e volgari, per costruire una storia sentimentale attuale e delicata.

Affascinante e seducente, ma allo stesso tempo dolce e fragile, Adam, interpretato dal “fidanzatino d’America” Ashton Kutcher, rappresenta ed incarna tutto quello che ogni donna vorrebbe dal proprio amato. Inoltre i protagonisti Kutcher e Portman mostrano un’intesa perfetta ed elettrizzante. Il cast si completa di nomi famosi come Kevin Kline, oltre a Greta Gerwig, Ophelia Lovibond, Ben Lawson, Olivia Thirlby, Lake Bell e Cary Elwes.

Alle spettatrici più attente non sfuggiranno alcune scene del bell’attore e della sua controfigura. Infatti nelle scene di nudo, ad un Kutcher leggermente appesantito dall’età che avanza, il regista ha preferito un sostituto, Colin Owens, che mostra un fisico davvero invidiabile.

Visualizza questo contenuto su